Genesi estense e segreti della zuppa inglese ai Musei di Reggio
Officiano il Club del Fornello, Fabrizio Marafioti e Molino Denti

16/2/2016 – Mercoledì 17 febbraio 2016, al Palazzo dei Musei di Reggio Emilia (via Spallanzani 1), dalle 19 alle 20 la zuppa inglese, dolce a pieno titolo della tradizione reggiana, è la protagonista di un nuovo incontro del ciclo ‘Noi amiamo mangiare bene/30 eccellenze della nostra tavola’.

L’iniziativa è a cura di Club del Fornello, di Fabrizio Marafioti (ApneAlcolica) e Molino Denti.

Nonostante il nome possa trarre in inganno, la ‘zuppa inglese’ è un dolce italiano tradizionale preparato per la prima volta nel XVI secolo alla corte dei Duchi d’Este, signori di Ferrara.

Un diplomatico ferrarese appena rientrato da una missione a Londra, chiese che gli fosse preparato il trifle, un tipico dolce inglese del tempo, preparato con una ciambella dolce lievitata e accompagnata da una crema e del vino. I cuochi di corte, nel preparare il dolce, non potendo reperire tutti gli ingredienti originali, sostituirono quelli tipicamente inglesi con delle preparazioni del luogo, come il pan di spagna e la crema pasticcera, e lo arricchirono con il liquore Alchermes per dare colore al dolce, mentre probabilmente l’introduzione del cioccolato tra gli ingredienti avvenne in un secondo momento.

Club del Fornello

Il Club del Fornello nasce nel 1977 a Piacenza dall’iniziativa di Magda Lucchini, storica fondatrice, che aveva il desiderio di far uscire allo scoperto e valorizzare molte appassionate cuoche fino ad allora relegate ai fornelli di casa. Unite dalla comune passione per la buona cucina e la creatività che le spinge a essere in un felice connubio, cuoche, ospiti, e quindi padrone di casa, le socie sono pian piano aumentate.

Oggi le Fornelle, così si chiamano le socie di questo club femminile e senza scopo di lucro, sono circa 700, sparse in 44 delegazioni in Italia e a New York.

Fabrizio Marafiori (ApneAlcolica)

Fabrizio Marafioti è il presidente di ApneAlcolica associazione non-profit aperta a tutti gli estimatori e agli appassionati dell’enogastronomia, non in possesso di nozioni accademiche ma anche solo di pratica nelle degustazioni, negli abbinamenti o nella riscoperta del “buon bere” e dell’ancora “miglior mangiare”.

Attraverso degustazioni, visite a cantine e produttori, speciali serate tematiche e altri momenti conviviali, la loro missione è nel tentativo di riscoprire il valore di questa arte che il mercato ha, in troppe occasioni, assoggettato ai propri bisogni.

Molino denti

Molino Denti è un’azienda che vanta oltre 50 tipologie di farine e più di 300 differenti miscele, tutte di alta qualità e distribuite sia al grande pubblico sia a ristoratori e chef. Grazie a una costante attività di ricerca e sperimentazione e al controllo della qualità di tutta la filiera, la Molino Denti rappresenta un valido esempio d’eccellenza imprenditoriale del nostro territorio.

Le Experience, svolte nel Palazzo dei Musei, sono un momento gratuito e aperto al pubblico, in cui il prodotto della settimana viene raccontato da uno chef e da un portavoce della storia e della tradizione reggiana. Il progetto nasce dall’idea di I love italian Food, in collaborazione con FabLab e Food Innovation Program: ogni incontro, promosso dai Musei, propone un punto di vista originale sulle materie prime più significative che stanno alla base della nostra cucina.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *