Archivi

La libera musica di Giornale di Bordo
Antonello Salis & C. a Festival Aperto

26/10/2022 – Quattro musicisti eclettici, caratterizzati da forti personalità e da stili musicali molto diversi, che spaziano in un caleidoscopico mix di suoni, ritmi e colori: è questo Giornale di Bordo (Antonello Salis, Gavino Murgia, Paolo Angeli, Hamid Drake), in scena venerdì 28 ottobre 2022 alle 20.30 al Teatro Ariosto di Reggio Emilia, nell’ambito del Festival Aperto,

Giornale di Bordo è nato in Sardegna sotto forma di progetto speciale, in occasione di un prestigioso premio alla carriera dedicato ad Antonello Salis, fisarmonica, voce, pianoforte e tastiere, cui si affianca Gavino Murgia ai sassofoni, ai flauti e alla voce, Paolo Angeli alla chitarra sarda preparata e voce, e il grande batterista americano Hamid Drake. I componenti, ognuno dei quali ha alle spalle una carriera professionale a livelli internazionali, avevano già negli anni attivato collaborazioni tra loro in duo, ma è Giornale di Bordo a concretizzare la formazione in un quartetto, in cui non esiste un vero “leader”: tutti lo sono paritariamente.

Antonello Salis, Gavino Murgia, Hamid Drake, Paolo Angeli

La musica di Giornale di Bordo è il frutto di un inarrestabile flusso di idee scaturite dall’estro dei componenti del gruppo. È aperta e libera, in essa risuonano echi ancestrali e proiezioni futuribili, frammenti di storie lontane, colori multietnici; in essa ognuno può trovare degli stimoli o imbattersi in pietre preziose personali.  Nei concerti si possono riconoscere diversi temi noti ma sempre contestualizzati in un discorso dettato dall’ispirazione e dalla creatività dei musicisti.

“…unanimi consensi hanno premiato il quartetto Giornale di Bordo“, scrive il critico e saggista Franco Fayenz, “che ha offerto una première concertistica internazionale nello stesso momento in cui si pubblica il loro primo cd sul quale è fondato il concerto. Non si dimentichi che Drake è oggi forse il migliore batterista in attività: gli altri suonano al suo livello e hanno toccato con lui il vertice in una stupenda versione dell'”Ave Maria” sarda…

Festival Aperto Reggio Emilia “Saturno ha 80 lune”: dal 16 settembre al 19 novembre: concerti, performance, film, coreografie, installazioni, spettacoli, proposti da Fondazione I Teatri con Reggio Parma Festival per leggere il presente, con uno sguardo al futuro. 

28 ottobre Festival Aperto Teatro Ariosto Reggio Emilia

GIORNALE DI BORDO  (Antonello Salis fisarmonica, pianoforte, voce – Paolo Angeli chitarra sarda, voce – Gavino Murgia sassofoni, flauti, voce – Hamid Drake batteria, tamburo, voce)

Prevendite disponibili su Vivaticket e su www.iteatri.re.it

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *