Scenata violenta in casa della ex moglie: tavolino spaccato e pugno a carabiniere
Operaio arrestato a Reggio

14/12/2020 – Momenti altamente concitati ieri notte in un’abitazione di Reggio Emilia: da una parte un uomo di 32 anni che ha fatto irruzione nella casa dell’ex moglie con urla e minacce verso i propri congiunti e danneggiando le suppellettili. I terzi “attori” di questa vicenda sono stati i Carabinieri in forza alla sezione radiomobile della compagnia di Reggio Emilia che intervenuti dopo l’allarme dato al 112 dalla donna, hanno avuto il loro daffare per contenere le furia dell’uomo, arrivato anche ad aggredire fisicamente uno dei militari.

E’ finita che il 32nne, un operaio, è stato arrestato per resistenza, minaccia e violenza a pubblico ufficiale.

La vicenda che si è sviluppata in due momenti. Il primo quando l’uomo si è presentato presso l’abitazione dell’ex moglie andando in escandescenze, spaccando e danneggiando vari oggetti: come hanno constatato i carabinieri sul posto, ha persino sfondato un tavolino con un pugno. Alla richiesta dei documenti l’uomo assumeva un atteggiamento violento, invitando dapprima i militari ad uscire di casa per poi minacciarli di morte.  All’invito a stare calmo, l’uomo ha risposto colpendo con un pugno un militare. I due carabinieri intervenuti nell’abitazione sono comunque riusciti ad ammanettarlo e a portarlo in caserma. Ma anche lì l’uomo ha assunto un atteggiamento violento, e con un calcio ha danneggiato un mobile.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.