Caso Norma Cossetto
L’on. Bignami denuncia la Commissione toponomastica e punta il dito sui “sinistrati ignoranti”

6/12/2020 – Dopo il Parlamento, la vicenda dello stop all’intitolazione di una via di Reggio Emilia a Norma Cossetto approda in Procura. Il deputato di Fratelli d’Italia Galeazzo Bignami ha depositato un denuncia sulla decisione assunta il 26 ottobre scorso dalla Commissione toponomastica del Comune, e venuta a galla in questi giorni con la pubblicazione del verbale della riunione. Bignami punta il dito sui “sinistrati ignoranti”.

Norma Cossetto

L’annuncio con un post nel suo profilo facebook: “Ho appena depositato un esposto alla Procura della Repubblica sulla decisione della Commissione Toponomastica del Comune di Reggio Emilia che ha deciso di non intitolare una strada a Norma Cossetto perché la storia della sua tragedia secondo alcuni sarebbe falsa”, scrive il parlamentare.

Galeazzo Bignami


“Questi sinistrati ignoranti che pretendono di impartire lezioni di storia e di morale devono iniziare a rispondere delle loro faziosità e dell’odio che seminano.
Norma era una giovane istriana violentata e infoibata dai partigiani titini e il Presidente della Repubblica le conferì nel 2005 la Medaglia d’Oro al Valore Civile.
Il resto, che gli piaccia o no, sono balle.
La situazione che stiamo attraversando, per quanto drammatica è grave, non può fare passare sotto silenzio queste ingiustizie”.

Intanto per domani, lunedì 7 alle 13,45 le opposizioni di Sala del Tricolore hanno convocato una conferenza stampa davanti al portone del municipio di Reggio “per commentare la decisione della commissione toponomastica su Norma Cossetto” . Organizzano i capigruppo di Lega, Alleanza Civica, Forza Italia e gruppo misto, che spiegheranno anche le ragioni della loro contrarietà rispetto ai consigli comunali riuniti a distanza in video conferenza.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. L'Eretico Rispondi

    06/12/2020 alle 23:07

    Io voto PD ma l’appoggio in quest’iniziativa.
    L’ignoranza, l’ottusità e l’arroganza non possono prevalere. Non si può offendere la Repubblica in questo modo subdolo. Ricordo che c’è in ballo anche una Medaglia d’Oro. Mi fido di C. A. Ciampi non di questi quattro improvvisati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.