“Lei ha spacciato soldi falsi”. Ma erano falsi i Carabinieri: due truffatori derubano anziano di mille euro e dei gioielli

2/10/2015 – La sfacciataggine e il cinismo dei truffatori non hanno limiti: due falsi Carabinieri – vestiti in modo distinti e che parlavano ben l’italiano senza inflessioni dialettali – hanno hanno derubato una persona anziana, in città a Reggio, di mille euro in contanti e dei gioielli di famiglia. 

Giovedì mattina un pensionato ( le sued iniziali sono M.E.) mentre rientrava da fare la spesa è stato avvicinato da due signori distinti che, qualificatisi come Carabinieri – uno  di loro ha mostrato anche un tesserino di riconoscimento –   hanno detto all’anziano era stato segnalato per spendita di moneta falsa, invitandolo a mostrare tutte le banconote in suo possesso: i due malfattori  così confermavano che “almeno” tre banconote da 50 euro erano “false”, con lo stesso numero di serie.

Arrivato in casa, il malcapitato ha detto ai due malfattori  di avere altre banconote nella cassaforte. A quel punto la scena madre della truffa: i falsi Carabinieri gli chiedevano  a mostrare tutto il contante  e anche i preziosi, e a infilare il tutto in un sacchetto che veniva lasciato in bella mostra sul tavolo.

Uno dei due truffatori invitava l’uomo fuori casa ” per guardare alcune foto segnaletiche”  e quindi  a parcheggiare regolarmente l’auto negli spazi segnati di fronte alla propria abitazione, mentre l’altro  si intratteneva in casa ancora per qualche altro minuto alla presenza della moglie della vittima e della sua badante.

Parcheggiata l’auto, però M.E. si accorgeva che non vi era più traccia dei due “carabinieri”. Insospettito, rientrava in casa, ma era troppo tardi: il sacchetto contenente  1000 euro e i gioielli di famiglia era sparito.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.