Grissin Bon indomabile: recupera 21 punti
e batte Cantù al supplementare 97-92

17/10/2015 – I biancorossi hanno vinto la sesta gara ufficiale consecutiva in altrettante partite disputate, la terza in campionato, acciuffando i 2 punti dopo un tempo supplementare. Gara divertente dominata da Cantù, trascinata da Heslip (30 p.), per 3 quarti in cui la Reggiana ha difeso pochissimo consentendo agli avversari di entrare in ritmo in attacco. Della Valle in difficoltà sull’incontenibile Heslip. Nell’ultimo quarto Lavrinovic (24 p.) e Kaukenas (passato su Heslip con successo) hanno guidato la riscossa dei biancorossi che, grazie ad una ritrovata intensità difensiva e a veloci transizioni, hanno agganciato i rivali rischiando addirittura di vincere ai regolamentari terminati 84 pari. Il supplementare non ha avuto storia e la Grissin Bon ha potuto gestire il risultato dopo aver toccato un vantaggio di 9 punti. Nel finale dell’over time infortunio per Kaukenas che ha rimediato una forte contusione alla coscia destra. Alla fine Cantù è stata piegata 97-92. (Carlo Codazzi)

L'infortunio a Kaukenas, sdraiato sul parquet

L’infortunio a Kaukenas, sdraiato sul parquet

TABELLINO:

Grissin Bon Reggio Emilia – Acqua Vitasnella Cantu’ 97-92

Parziali: (23-26, 17-27, 14-18, 30-13, 13-8)

Progressivi: (23-26, 40-53, 54-71, 84-84, 9+7-92)

GRISSIN BON REGGIO EMILIA: Aradori 17, Polonara 13, Della Valle  6, Veremeenko 9, Gentile 3, Lavrinovic 24, De Nicolao 7, Pechacek, Kaukenas 12, Silins 6. N.E.: Lever. All.: Massimiliano Menetti.

ACQUA VITASNELLA CANTU’: Berggren 9, Abass 4, Heslip 30,Ross 18, Holl 7,  Laganà 6, Wojciechovski 10, Cesana 1, Tessitori, Hasbrouck 7. N.E.:  Zugno, Nwohuocha. All. : Fabio Corbani.

Arbitri: Sahin Tolga, Bettini Gabriele, Morelli Dario

Una Rimessa della Acqua Vitasnella: In primo piano Ross, Polonara, De Nicolao e Hall

Una Rimessa della Acqua Vitasnella: In primo piano Ross, Polonara, De Nicolao e Hall

NOTE

Percentuali di tiro Grissin Bon: 52% (26/50) da 2; 42% (8/19) da 3; Totale tiri 49% (34/69). Tiri liberi 75% (21/28).

Percentuali di tiro Acqua Vitasnella: 55% (18/33) da 2; 38% (12/32) da 3; Totale tiri 46% (30/65). Tiri Liberi 75% (21/27)

Rimbalzi: Grissin Bon 24 dif, 7 off; totale 31. Acqua Vitasnella 30 dif. 10 off; totale 40. Falli: Grissin Bon 25 f. – 27 su; Acqua Vitasnella 29 f. – 24 su. PR: Grissin Bon 12; Acqua Vitasnella 9 – PP: Grissin Bon 17; Acqua Vitasnella 22. Stoppate: Grissin Bon 0; Acqua Vitasnella 5. Assist : Grissin Bon 15; Acqua Vitasnella 8. Valutazione complessiva: Grissin Bon 93 – Acqua Vitasnella 85. Punti del quintetto: Grissin Bon 48; Acqua Vitasnella 68. Punti della panchina: Grissin Bon 49; Acqua Vitasnella 24.

HANNO DETTO DOPO IL MATCH

Fabio Corbani, coach di Acqua Vitasnella Cantù

Fabio Corbani, coach di Acqua Vitasnella Cantù

Fabio Corbani, coach Acqua Vitasnella : “ Siamo andati molto bene per tutto il primo tempo – ha commentato –  è stata una bella gara, si è visto un bel basket e abbiamo fatto divertire tutto il pubblico, ma siamo amareggiati per il K.O.  Purtroppo noi non abbiamo ancora la capacità di rallentare e cambiare il ritmo e non siamo riusciti a tenere in pugno il match nell’ultimo quarto nel quale abbiamo cercato di giocare sempre con lo stesso ritmo, sbagliando perché la difesa di Reggio era cambiata. Darjus Lavrinovic ha cambiato il match nell’ultimo quarto.  La nostra gara in sintonia con quelle di Heslip? No – ha replicato – nell’intervallo ci siamo detti, nello spogliatoio, che se l’avessero lasciato giocare così avrebbe segnato 50 punti ma era evidente che Reggio avrebbe preso le contromisure. Noi  abbiamo anche altri riferimenti, quale ad esempio Ross,  Abass, Hasbrouck. Abbiamo cercato di allargare il campo per trovare dei tiri aperti e per fare questo ho inserito anche due falsi lunghi. Abbiamo sporcato molti palloni in difesa? Si, la difesa aveva fatto il suo anche a Capo d’Orlando, mentre con Sassari abbiamo pasticciato in attacco. Oggi abbiamo difeso bene e abbiamo mosso bene la palla sui loro raddoppi e sui pick & roll. Non era questa la gara in cui dovevamo fare punti, ma ci abbiamo provato.  Quando abbiamo aggredito avevamo il ritmo giusto, quando siamo stati aggrediti non siamo stati capaci di cambiarlo.”

Max Menetti, coach Grissin Bon

Max Menetti, coach Grissin Bon

Coach Grissin Bon, Massimiliano Menetti: “ Abbiamo vinto una gara incredibile. Non è facile giocare – ha spiegato – 3 gare consecutive in casa in pochi giorni e mantenere la stessa energia mentale. Non scrivete che abbiamo accusato stanchezza – ha intimato – perché si tratta di mantenere le energie nervose. Se non difendi non hai ritmo. Voglio elogiare il pubblico che ci ha sostenuto sempre, anche quando eravamo sotto di 21 punti. L’ambiente sta dimostrando di aver acquisito molta maturità ed intelligenza. Mi devo scusare con Darjus perché avrei dovuto farlo uscire qualche minuto dalla fine per riservagli la standing ovation, ma ero così cotto che la cosa mi è sfuggita. Come sta Kaukenas? Ha preso “la vecchia” in una gamba. Heslip? Kaukenas di dietro sa dare il suo apporto ma non può giocare 40’ ogni tre giorni. Abbiamo iniziato senza intensità, sul lato debole eravamo sempre in ritardo e non ci si aiutava. Darjus ha dato un grande segnale quando ha commesso il 2° il 3° ed il 4° fallo in pochi minuti: lì ha girato il match, perché lui ha lanciato il messaggio ai propri  compagni che tutti dovevano difendere come faceva lui.

 

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.