Giovane cuoco di Rolo ucciso in Francia. Un mistero intricato, un paese sconvolto

12/10/2015 – Un cuoco originario di Rolo che da 11 anni viveva in Francia, è stato massacrato con violenti colpi alla testa, inferti quasi certamente con un bastone. Il corpo è stato trovato 8 giorni  su un sentiero a una quindicina di chilometri da Aubenas, un comune dell’Ardèche (dipartimento Rhone-Alpes, Francia del Sud). Lo ha rinvenuto una persona che faceva jogging nei pressi del villaggio di Pont-de-Labeaume, dove il ragazzo viveva.

Fabio Bassoli, cuoco di Rolo, 31anni, assassinato nell'Ardèche (immagine da Telereggio)

Fabio Bassoli, cuoco di Rolo, 31anni, assassinato nell’Ardèche (immagine da Telereggio)

Fabio Bassoli, 31 anni, aveva lavorato per parecchi tempo in ristoranti,  e gestiva un’ attività di ristorazione in proprio: aveva abbracciato il mestiere dello  street food, portando con il suo furgoncino la cucina italiana nelle sagre e nelle fiere di paese. Era un figlio d’arte: la mamma  Enrica Daolio è la titolare del ristorante La Casa al Bettolino.

La famiglia ha avuto conferma ufficiale della tragica morte di Fabio solo nella giornata di sabato. La Gendarmerie ha avviato indagini, che per il momento non hanno portato a risultati. Continuano gli interrogatori di  tutti coloro che almeno negli ultimi tempi hanno avuto contatti con Fabio Bassoli. Secondo quanto riferisce la Gazzetta di Reggio sarebbe stata l’ex fidanzata francese, rintracciata dagli inquirenti, a riconoscere il cadavere

Grande cordoglio nel paese della Bassa reggiana, dove il giovane cuoco era molto conosciuto come tutta la famiglia: la mamma Enrica Daolio perla sua attività di ristoratrice, mentre il papà Claudio Bassoli è un magazziniere in pensione.

Come si può comprendere, i genitori sono disperati, e anche pieni di rabbia nei confronti delle autorità francesi: hanno appreso della morte del loro figlio attraverso Facebook. Poche parole: “Siamo paralizzati dal dolore, il piu grande della nostra vita: la perdita di nostro figlio – E il modo in cui lo abbiamo saputo,attraverso Facebook, rende tutto ancora più straziante”.

Scorcio di Pont-de.Labeaume, dove abitava Fabio Bassoli

Scorcio di Pont-de.Labeaume, dove abitava Fabio Bassoli

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.