Amore tradito e conto svuotato. Due uomini senza scrupoli spillano 50 mila euro a una quarantenne reggiana

25/9/2015 –  I familiari temevano che fosse vittima di qualche usuraio,  invece era vittima dell’amore. Una ragazza per ben due volte  è incappata in due uomini senza scrupoli che le hanno prosciugato il conto impossessandosi nel tempo di oltre 50.000 euro. Lo hanno scoperto i Carabinieri dio San Polo d’Enza ai quali si erano rivolti, comprensibilmente preoccupati, la madre e il fratello della truffata.

La donna, una quarantenne reggiana, aveva iniziato una relazione sentimentale con un uomo di 50 anni  residente a Traversetolo che, fingendo d’amarla e facendole credere di voler acquistare un’attività commerciale dove poi lavorare entrambi, è riuscito a spillarle 15 mila euro in 3 mesi 15.000 euro. Quando ha capito che l’uomo era mosso solo da interesse, lei lo ha lasciato ma dopo un po’ di tempo ha allacciato un’altra relazione con un coetaneo di Canossa.

Questi, messo al corrente dalla donna della condotta dell’ex e probabilmente ispirandosi  proprio a lui (che non conosceva) , le ha fatto credere di essere l’amore della sua vita, e nel ricoprirla di attenzioni e premure è riuscito a farle fuori ben 35 mila euro, accampando problemi famigliari. L’ulteriore richiesta di oltre 20.000 euro presentata alla banca dalla donna (danaro che le aveva chiesto il suo compagno) ha insospettito un dipendente dell’istituto di credito, che ha riferito l’accaduto ai familiari i quali, appreso che la donna non aveva più un cent sul conto, si sono rivolti ai carabinieri di San Polo.

Dalle indagini è così saltato fuori che ilprosciugamento del conto non era colpa di qualche usuraio, bensì di uomini spregevoli. I carabinieri di San Polo d’Enza dopo essere riusciti a identificare i due  li hanno denunciati alla Procura reggiana, prove alla mano, con l’accusa di circonvenzione d’incapace. Lo stesso perito nominato dal sostitutoprocuratore Maria Rita PANTANI  ha condiviso le risultanze dei carabinieri di San Polo d’Enza: i due facendo leva sui sentimenti della donna erano riusciti a circuirla.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.