Addio a Gino “Gianni” Melli, 91 anni, l’imprenditore che fondò la Nelsen

28/9/2015 – Questa mattina Sant’Ilario ha dato l’ultimo saluto all’industriale Gino Melli,conosciuto come Gianni,  morto a 91 anni dopo la frattura di un femore. Dalla caduta, avvenuta mentre si trovava in ufficio nell’azienda, la LINFA di Gattatico, che gestiva con il figlio Luca, non si era più ripreso sino al decesso avvenuto nella giornata di sabato.
Gino Melli aveva fondato la Nelsen, una della più prestigiose aziende di detersivi del Paese, poi acquisita dalla Procter & Gamble.
Fu un uomo veramente straordinario: da ragazzo era stato allievo dei Salesiani a Lombriasco  dopo aver frequentato la scuola agraria salesiana di don Lazzero – al quale restò sempre devoto e riconoscente –   a Montechiarugolo.
iniziò la carriera di imprenditore nel 1947 con un laboratorio di analisi sul latte e di consulenze per i caseifici. Dall’idea di produrre detergenti per la pulizia delle latterie, nel 1952 diede vita alle Melsien (acronimo di Melli S. Ilario d’Enza) poi diventata Nelsen, una delle aziende più importanti e innovative nel settore della detergenza: seppe approfittare del  boom dei detersivi specifici per piatti e per lavastoviglie, e insieme al fratello Ilario realizzó a Gattatico la nuova sede, portando la Nelsen a 180 dipendenti e a un fatturato di cento miliardi di lire nel 1988, anno della cessione alla Procter & Gamble.
POi, dal 1993 si era dedicato a una nuova attività nel settore dei prodotti per l’orto-giardinaggio. Gino Melli lascia la moglie Mara, i figli Isa e Luca e il fratello Ilario.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.