Polizze fantasma: in dirittura d’arrivo l’accordo con Generali. Rinviato incontro col Comitato truffati

 3/7/2015 – Entro la metà di luglio potrebbe essere firmato il protocollo con Ina Assitalia per i rimborsi alle centinaia di clienti truffati con le polizze fantasma dall’ex agente di Castelnovo Monti. La somma sparita è lievitata a venti milioni di euro. E’ la previsione formulata dai responsabili di Federconsumatori e Adiconsum Reggio Emilia, Giovanni Trisolini e Luca Braggion.

Per questa ragione, visti i lavori in corso, le due associazioni hanno rinviato a data da destinarsi  la riunione col Comitato Truffati programmata  per domani, sabato 4 luglio, al teatro Bismantova di Castelnovo Monti.

“Le associazioni da giorni stanno lavorando ad un accordo che è stato redatto, in prima stesura, a Roma giovedì 25 giugno 2015, durante un lungo incontro con gli Avvocati di GENERALI e quelli delle Associazioni. – spiegano Trisolini e Braggion – Nei giorni a seguire gli aggiustamenti, le modifiche, le chiarificazioni sono state tante.

Il Protocollo ha caratteristiche positive, che potrebbero permettere – una volta definito – di risolvere le situazioni dei truffati, ma ancora non è definitivo.  Per questo la riunione del 4 luglio è rinviata a data da destinarsi.

Vogliamo rivolgerci ai consumatori quando il Protocollo sarà definitivo e sottoscritto- dichiarano Federconsumatori e Adiconsum – L’obiettivo comune è chiudere entro la seconda settimana di luglio. A seguito della definizione del Protocollo attiveremo il tavolo per le transazioni”.

Anche il Codacons interviene sulla vicenda con il vicepresidente nazionale, l’avvocato bolognese Bruno Barbieri. Barbieri annuncia di aver già concluso un accordo con Generale Italia.

“Il Codacons- si legge in una nota – come comunicato con lettera inviata ad alcune centinaia di cittadini di Castelnovo né Monti e comuni limitrofi, avendo già ottenuto il rimborso di alcuni truffati in casi analoghi a quello del sub agente sig. Petroni, ha già concluso un accordo con Generale Italia (subentrata a Ina Assitalia) per arrivare  anche nel caso del sub agente di Castelnovo né Monti a dei rimborsi” sulla base di una intesa già stipulata a suo tempo con Ina Assitalia.

Il Conacons annuncia di aver rafforzato la propria presenza nella zona “con l’avvocato Sabrina Tagliati con studio a Castelnovo Monti (presso cui i danneggiati si potranno recare per tenere i contatti con il Codacons) al fine di ottenere il rimborso delle somme affidate al sig. Petroni nonchè il dovuto risarcimento del danno”.

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.