Caso Rabitti-Fcr, dov’è il parere legale? “Non risulta protocollato”. Il Gabinetto del sindaco smentisce il sindaco

5/7/2015 – “Gentile consigliere, il riferimento alla Sua richiesta di accesso agli atti, si rappresenta che, da ricerca effettuata, non risulta protocollato da codesta Amministrazione alcun parere espresso dal Servizio Legale comunale inerente l’oggetto“. E’ quanto ha risposto il Gabinetto del Sindaco di Reggio Emilia al consigliere dei 5 Stelle  Ivan Cantamessi che aveva chiesto la documentazione del parare legale chiesto dalla Giunta sul fumus di non eleggibilità, a norma della legge Severino, della ex consigliera Pd Annalisa Rabitti quale Presidente delle Farmacie riunite.

Il sindaco Luca Vecchi aveva ripetutamente affermato, in consiglio comunale e in dichiarazioni ai giornalisti, di aver trovato conforto in ben due pareri legali, secondo i quali la nomina (in quanto priva di deleghe operative) non ricadrebbe sotto l’obbligo di attendere almeno due anni dalle dimissioni o dalla decadenza dall’assemblea elettiva prima di assumere incarichi in società partecipate dallo stesso ente.

Ma con la risposta firmata dalla dirigente comunale Lorena Grazioli, i 5 Stelle hanno scoperto che non esiste alcun parere legale protocollato in comune, con ciò legittimando il dubbio che i pareri di cui ha parlato il sindaco, per sostenere la nomina della Rabitti, non esistano proprio. Da notare che è proprio il Gabinetto del sindaco a smentire il sindaco medesimo: almeno non si può dire che manchi la trasparenza.

“Nei giorni della nomina della ex consigliera Rabitti a presidente di FCR il Movimento 5 Stelle non è rimasto a guardare – dichiara Ivan Cantamessi –  Come ormai è ben noto la nostra portavoce alla Camera Maria Edera Spadoni ha presentato assieme a Vaccari e Soragni un esposto all’ANAC (Autorita anti corruzione, ndr.) di cui attendiamo l’esito.

Nel frattempo come consiglieri abbiamo cercato di capire i retroscena della nomina – aggiunge il consigliere – quindi ho presentato un accesso agli atti in data 21 giugno chiedendo nello specifico copia del parere legale del servizio legale del Comune e copia dei curricula pervenuti durante il bando per la nomina.

 La sorpresa per noi è stata enorme quando, leggendo la lettera della dirigente preposta  ci viene riferito candidamente che non è stato protocollato alcun parere legale in merito da parte del Servizio Legale del Comune di Reggio.
La lettera, con l’intestazione del Gabinetto del Sindaco porta la data dell’8 luglio ed è firmata dalla Responsabile Upoc Lorena Grazioli.
Ecco il testo.
Gentile consigliere, il riferimento alla Sua richiesta di accesso agli atti, si rappresenta che, da ricerca effettuata, non risulta protocollato da codesta Amministrazione alcun parere espresso dal Servizio Legale comunale inerente òl’oggetto.
Si  allega, altresì, alla presente i curricola ricevuti in merito all’avviso pubblico finalizzato alla presentazione delle candidature per la nomina del rappresentante del comune di Reggio Emilia nel Consiglio d’Amministrazione dell’Azienda speciale Farmacie Comunali Riunite“.
“La cosa sorprende per due motivi – commenta Cantamessi – Innanzi tutto perché nei giorni successivi alla nomina sono uscite sui giornali numerose dichiarazioni del sindaco Luca Vecchi su un parere legale in merito, parere legale citato anche nella seduta consiliare in cui la consigliera si è dimessa. Sorprende inoltre perché in un caso di probabile illegittimità nella nomina sarebbe logico e doveroso far esprimere il Servizio Legale in modo da avere degli atti protocollati. Ma ciò non è stato fatto, quindi ci chiediamo se questo parere legale a tutti gli effetti esiste e nel caso chi l’abbia redatto”. Si attende la risposta del sindaco, corredata naturalmente dal parere legale più volte citato.
Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.