L’acqua sommerge la politica. Oggi protesta anti-Pd per il servizio idrico, sabato prossimo in costume alla “piscina” del park Vittoria

13/6/2015 – E’ un sabato reggiano animato dalla febbre per la Grissin Bon, dalla caccia quasi impossibile ai biglietti per la partita-scudetto di domani sera al PalaBigi, ma anche dai movimenti. Oggi pomeriggio in piazza Casotti, a partire dalle 17,30 il comitato Acqua Bene comune dà il via a una serie di manifestazioni di protesta contro il Pd, che ha bocciato il piano Tutino per il ritorno alla gestione pubblica dell’acqua (cifre e contenuti dello studio di fatibilità, pagato con i soldi dei cittadini,  sono stati rivelati solo in sede di partito, in spregio alle istituzioni, e i cittadini che pagano conoscono solo delle indiscrezioni). Si comincia con una “acampada” in piazza Casotti, poi le tende saranno trasferite sotto il Comune in piazza Prampolini sino a lunedì pomeriggio, giorno di riunione del consiglio comunale. Che però non ha l’affaire acqua tra i punti all’ordine del giorno. I consiglieri rischiano comunque di essere elegantemente sbeffeggiati o di ricevere un tot di ortaggi per la minestra della sera.

L'acqua verde nerastra che risale dalla falda e allaga lo scavo del park Vittoria

L’acqua verde nerastra che risale dalla falda e allaga lo scavo del park Vittoria

E’ spostata a sabato prossimo, invece  protesta con teli da mare e costumi da bagno davanti al cantiere del Park Vittoria, per la “piscina” che si è formata a causa del fontanazzo sgorgato nel buco dove sorgeranno i box sotterranei: l’allagamento non potrà essere eliminato sino a quando – in epoca presumibilmente non vicinissima, ma speriamo non archologica- non saranno tolti dal sito i pregevoli pavimenti musivi di epoca imperiale romana emersi durante lo scavo. La situazione ha un che di surreale e non si può certo imputare al destino cinico e baro: la matassa ormai è tanto aggrovigliata tanto che gli amministratori non hanno nemmeno partecipato alla commissione consiliare dedicata alla  piscina, affidando la loro difesa a un algido comunicato. Neppure loro sanno dire quando potranno riprendere i lavori. piscina_parcheggio_Vittoria

Sabato prossimo, dunque,  con spirito goliardico (però la cosa è seria) i cittadini sono invitati a presentarsi alle 11  al park Vittoria con  costume da bagno, teli da mare, abbronzanti, protettivi e l’Autan contro le zanzare, per la manifestazione all’insegna di uno slogan che fa la parodia all’indimenticabile Vianello: “Per quest’anno puoi cambiare/ in piscina devi andare”.

Promotore anche in questo caso è l’ex candidato sindaco Francesco Fantuzzi, ma con adesioni da un fronte molto più trasversale e frastagliato rispetto all’affaire acqua pubblica. In testa all’allegra brigata, per dire, anche il consigliere comunale Cesare Bellentani della lista Magenta, il più agguerrito sulla questione in Sala del Tricolore. Piscina 4

Il “tuffo” nella piscina, dove l’acqua non è più blu bensì neroverde, impazza da giorni su Facebook, con fotografie desolanti dell’allagamento e del cantiere fermo. Le adesioni alla manifestazione erano, sino a ieri sera, più di centocinquanta,  e naturalmente sono destinate a crescere.

 

 

 

Be Sociable, Share!

3 risposte a L’acqua sommerge la politica. Oggi protesta anti-Pd per il servizio idrico, sabato prossimo in costume alla “piscina” del park Vittoria

  1. a lavorare ! Rispondi

    13/06/2015 alle 16:08

    Ma nemmeno Benny Benassi! Straordinaria l’inventiva continua di Francesco Fantuzzi, irraggiungibile anche dai più estrosi animatori di spiagge, prima un camping in P.zza Prampolini, poi una irrestibile parodia dell’estate a P.zza della Vittoria. E’ stato veramente un peccato non eleggerlo Sindaco. Noi reggiano avremmo passato gli anni del mandato in perenne ed allegra mobilitazione. Ma “a lavorare” mai ?

  2. mario Rispondi

    13/06/2015 alle 17:35

    CHE SCHIFO DEL RIO………

    • Fausto Poli Taneto Rispondi

      20/06/2015 alle 14:39

      Credevo la pensassi cosi’ solo io !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.