Furti nei parcheggi a S. Martino in Rio: denunciati due fratelli correggesi

I parcheggi non costuditi sono diventati un bengodi per i malviventi, e non solo davanti alla stazione Mediopadana – dove la gravità della situazione ha indotto il comune a pianificare il guardianaggio) e nella zona dei Petali, ma anche nelle aree di sosta di esercizi commerciali, scuole, servizi pubblici etc.

Da qualche settimana i parcheggi dei ristoranti e dei negozi del comune di San Martino in Rio sono presi di mira dai topi d’auto che frantumano i deflettori e saccheggiano le auto di beni e valori lasciati incostuditi. Grazie all’intensificazione della sorveglianza ,però, i Carabinieri sono forse venuti a capo del problema.

L’altro giorno i militari di San Martino in Rio hanno controllato un’autovettura Renault Clio con a bordo due fratelli di 35 e 21 anni residenti a Correggio, notati dai Carabinieri mentre si aggiravano nei parcheggi di Via Rubiera  e Via del Corno. In particolare, la loro auto rallentava in prossimità delle auto in sosta, circostanza che ha indotto i militari a fermarsi. Da una perquisizione personale estesa anche al veicolo i Carabinieri nel sedile posteriore, a portata di mano, rinvenivano un gancio traino in metallo di cm. 22, oggetto contundente idoneo a spaccare i vetri delle auto mentre Torcia a led era nel vano porta oggetti. I due venivano condotti in caserma anche erano in possesso di una chiavetta USB risultata contenere files di un’attività commerciale. I successivi accertamenti hanno permesso di accertare che la chiavetta era effettivamente oggetto di furto.

I Carabinieri hanno così denunciato i due fratelli per il reato di ricettazione in relazione ala chiavetta USB compendio di furto  e per il possesso di strumenti atti allo scasso.  Sono ora al vaglio filmati di altri ristoranti e negozi che riprendono le rispettive aree di parcheggio per verificare se i due indagati siano gli stessi che hanno colpito nelle settimane scorse nei parcheggi delle attività commerciali del piccolo centro della bassa reggiana.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.