L’Imu schizza al 10,1 per tutti, teatro in gestione alla società di pompe funebri: le meraviglie del bilancio di Novellara

di Cristina Fantinati*

Cambiano i Sindaci e le Giunte ma la ricetta è sempre la stessa: aumentare continuamente le tasse alle famiglie e alle imprese a causa dell’incapacità di contenere e razionalizzare le spese.

Giovedì 11 giugno in consiglio comunale si voterà il bilancio di previsione 2015, caratterizzato da un  deciso aumento della pressione fiscale: l’aliquota IMU viene portata dal 9,1 al 10,1 per tutti, con un aumento dell’introito di circa 400mila euro! Un’impennata fiscale ingiustificata, visto che non si è tentato di contenere i vari capitoli di spesa. E tutto questo nonostante il comune di Novellara in questi anni abbia raccolto dai cittadini più soldi del necessario, infatti c’è un avanzo di ben 3.800.000,00 euro, un bel tesoretto!

Ma invece di alleviare le nostre famiglie e le nostre imprese in difficoltà per la crisi economica con la diminuzione delle imposte e delle varie tariffe comunali, si preferisce continuare sempre nella stessa direzione e si mettono pure in cantiere per il 2015 una serie di progetti molto costosi, alcuni dei quali non ci convincono.

Dal Bilancio di previsione 2015 del Comuna di Novellara:

  • Per la manutenzione della illuminazione pubblica si prevede di spendere ben 690.000 euro utilizzando i proventi di Sabar, come mai una cifra così alta?
  • Verranno spesi 170mila euro per la ciclabile di San Bernardino e 475mila euro per la ciclabile di San Giovanni, cifre importanti che andranno analizzate nel dettaglio.
  • 150mila euro per la messa in sicurezza di due fermate ACT, vedremo di capire cosa si intende fare perché la cifra è veramente consistente
  • Ulteriori 250mila euro per il Parco Augusto, che nonostante i tanti interventi e soldi spesi giace in uno stato di parco incompiuto
  • Ben 30mila euro per fare un’area sgambamento cani
  • 50mila euro per uno studio di fattibilità sul seminterrato nord/est della Rocca, cifra che ci sembra inadeguata.
  • Ulteriori 380mila euro di sistemazione agli impianti del Teatro
  • 145mila euro per ricavare due aule negli uffici delle scuole elementari. In questo bilancio infatti, si abbandona il progetto di creare il tanto sbandierato e promesso nuovo Polo scolastico, con la conseguenza che tutti i soldi spesi per la progettazione vengono così letteralmente buttati !!
  • 160mila euro per il rifacimento della scala che porta alle Basse della Rocca: non sappiamo se sia uno scherzo o se sia una cosa vera, fatto sta che sembra impossibile poter spendere così tanti soldi per sistemare una scala! Vigileremo attentamente sui lavori e sul dettaglio dei costi sostenuti. 
  • Soltanto 20mila euro in tre anni per la sicurezza e la videosorveglianza…praticamente le briciole, il che dimostra la totale indifferenza di questa Giunta ai problemi della sicurezza e dell’emergenza furti!!
  • Continuiamo a spendere oramai da tantissimi anni 51mila euro l’anno per affitto e spese varie della sala polivalente (in affitto da un privato) con un’entrata di soli 12.500 euro, praticamente inutilizzata se non per fare la festa del pesce del Partito Democratico… sinceramente anche un bambino capirebbe che se invece di pagare un affitto per così tanti anni, avessimo acquistato questa sala, adesso sarebbe di proprietà comunale (noi lo abbiamo sempre detto!).
  • La gestione del teatro verrà ceduta alla società di onoranze funebri che si impegna ad assumere una persona esperta di teatro. La cessione di tale gestione sarà in affidamento diretto, non è prevista nessuna gara per far partecipare anche altre realtà. Il comune pagherà la società di onoranze funebri Novellara Servizi per questa gestione, prevedendo di spendere circa 60mila euro nel 2015, 120mila euro nel 2016 e 120mila euro nel 2017. Per questo sarà necessaria una modifica dello statuto della società di onoranze funebri, così, oltre ai funerali, oltre a vendere il Chiocolato, la Novellara Servizi Srl adesso si occuperà pure di teatro!!

In Commissione Bilancio gli Assessori ci hanno riferito che l’aumento delle tasse è necessario a causa degli ingenti tagli fatti ai comuni del Governo Renzi e della nostra Regione. Noi però ci chiediamo e chiediamo a questa Giunta: dov’è finita la grande ics rossa che 4 anni fa era stata installata davanti alla Rocca come atto di protesta? Questo è il solito atteggiamento demagogico della sinistra novellarese: la protesta ai governi si fa a corrente alternata…due pesi e due misure!!

(capogruppo Lista Insieme, Consiglio comunale di Novellara)

IL COMUNE DI NOVELLARA FA CASSA PENALIZZANDO ULTERIORMENTE LE IMPRESE

di Mauro Melli*

“Quest’anno le entrate IMU di  Novellara subiranno un consistente aumento di oltre 400.000 € rispetto al 2014;  passeranno da 2.307.000€ a  2.720.000€.

Rispetto al passato  l’amministrazione comunale prevede di rivedere al rialzo due aliquote ossia  quella prevista per tutti gli immobili che passa dal 9,1 al 10,1 e quella per  gli immobili ad uso produttivo di categoria “D” che passa dal 9,1 al 10,1.

Per quest’ultima categoria la  norma prevede che il 7,6 per mille sia destinato allo Stato mentre il rimanente  resta al comune. In sostanza Novellara fà cassa aumentando la tassazione sui  capannoni e penalizzando ulteriormente le imprese, innalzando la sua quota parte  che passa dal 1,5 al 2,5 per mille.

In provincia sono ben pochi i  comuni che raggiungono tale livello di tassazione nei confronti degli  imprenditori, per non parlare del “fastidio” arrecato ai contribuenti per tale  modifica all’ordine del giorno nel consiglio comunale dell’11 giugno a ridosso  della scadenza del 16 giugno.

Chi si accinge in questi giorni a  pagare o ha già pagato, dovrà rifare i conteggi per la successiva rata di  dicembre”.

(*Consigliere Lega Nord Novellara )  

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.