Vendita illegale di farmaci su internet: il Nas di Parma oscura 5 siti
Vendevano medicine anti-Covid e per la disfunzione erettile

24/6/2022 – I Carabinieri del NAS di Parma – con la collaborazione del Reparto Operativo del Comando
Carabinieri per la Tutela della Salute – hanno eseguito 5 provvedimenti di oscuramento (blocco degli accessi) del Ministero della Salute nei confronti di altrettanti siti internet attivi e raggiungibili anche dall’Italia, che offrivano diversi tipi di medicinali in violazione delle disposizioni in vigore che vietano assolutamente la vendita su internet di farmaci soggetti a prescrizione medica.
Il monitoraggio dell’offerta in vendita sul web di medicinali, svolto dai militari del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità emiliano, rientra nell’ambito delle attività di “web patrolling” disposta su larga scala dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute di concerto con il Ministero, appunto per contrastare i traffici illeciti di farmaci, con particolare riguardo a quelli connessi con la pandemia COVID-19.
I siti oscurati – collocati su server esteri e aperti a chiunque – “offrivano alcuni medicinali a uso
umano correlati alla cura del COVID-19 ed altri riconducibili al trattamento della disfunzione erettile.
In tutti i casi, si è trattato di farmaci soggetti a obbligo di prescrizione e vendibili solo in farmacia da
parte di farmacista abilitato”.


È stata, infatti, rilevata la presenza

  • della ivermectina, per la quale l’EMA, nel marzo 2021, haemanato una nota con cui raccomandava di non utilizzare il principio attivo per la prevenzione o il trattamento di COVID-19 al di fuori degli studi clinici,
  • dell’antibiotico azitromicina, rispetto al quale l’AIFA ha fornito ai clinici elementi utili a orientare la prescrizione e a definire un rapporto fra i benefici e i rischi sul singolo paziente
  • degli antivirali “lopinavir”/”ritonavir” e dell’antimalarico idrossiclorochina (il vecchio chinino, ndr.), in merito ai quali l’Agenzia regolatoria ha emanato puntuali raccomandazioni circa l’utilizzo off label (ossia per situazioni non previste dalla relativa Scheda Tecnica del farmaco).

In vendita nei 5 siti anche farmaci contenenti principi attivi quali “tadafil” e “sildenafil”, utilizzati per il trattamento della disfunzione erettile.

I carabinieri del NAS “invitano i cittadini a diffidare dalle offerte in rete di medicinali e prodotti non autorizzati o di dubbia provenienza, mettendoli in guardia sui gravi rischi per la salute e rammentando che la vendita on line di farmaci soggetti a obbligo di prescrizione è assolutamente vietata e che, per quanto concerne l’offerta in vendita dei medicinali senza obbligo di prescrizione, è necessario verificare sempre la presenza del previsto logo identificativo nazionale cliccando il quale si viene rimandati alla pagina web del sito internet del Ministero della Salute contenente i dati relativi all’autorizzazione”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.