Schianto in scooter, montagna in lutto
Martedì l’addio di Carpineti a Mattia Bertelloni, morto a 36 anni

29/5/2022 – La montagna reggiana è in lutto per la tragedia di Mattia Bertelloni, di Carpineti, morto sabato in tarda mattinata in un incidente stradale poco il bordo di Regigno, sulla strada provinciale 7. Mattia aveva 36 anni: era conosciuto da tutti a Carpineti, anche perché la sua famiglia aveva gestito per decenni il bar tabaccheria Castello.

Mattia Bertelloni

I funerali saranno celebrati martedì, con partenza del corteo funebre alle 14,30 dalle camere ardenti del Sant’Anna di Castelnovo Monti per la chiesa in centro a Carpineti dove sarà celebrato l’ufficio funebre. Poi la salma sarà cremata. Lunedì sera invece il rosario alle ore 20, sempre nella chiesa di Carpineti.

Mattia Bertelloni, che a lungo aveva collaborato all’esercizio della famiglia, da diversi anni lavorava alla Reverberi Enetec di Castelnovo Monti: tutti lo ricordano come una persona sorridente, sempre cordiale e per questo benvoluta e con tanti amici in tutta la montagna. Il giovane lascia la mamma Albertina Cagni, la sorella Erica e lo zio Enzo Varisani. Il papà Patrick era morto a soli 60 anni nel marzo di due anni fa: una delle prime vittime reggiane del Covid.

L’incidente, come detto, è avvenuto sabato in via Lamburana poco dopo l’abitato di Regigno, non lontano dall’abitazione dello’uomo. Non erano ancora le 13, e Mattia era diretto in scooter a un ristorante dove lo attendevano la sorella e ujn gruppo di amici. All’improvviso, all’uscita di una semicurva lo schianto violentissimo contro una Fiat 500 X condotto da una donna di castlnovo Monti, anche lei di 36 anni, che procedeva in senso opposto. L’auto è rimasta distrutta nella parte anteriore, ma la conducente ha riportato solo ferite leggere. Mattina invece rimbalzato contro la macchina ed è rovinato sull’asfalto con lo scooter. E’ morto in pochi minuti, a causa delle gravissime lesioni riportate.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.