Reggiana a Salò
Una sconfitta che fa molto male

Di PAOLO COMASTRI

Paolo Comastri

18/5/2022 – Debacle granata in riva al lago di Garda con la Reggiana che perde, meritatamente va sottolineato, contro la Feralpi Salò.

Un 1 – 0 che fa male, molto male, ma che comunque non compromette il passaggio al turno successivo a patto però di vincere venerdi sera in casa la gara di ritorno.

Partita iniziata subito nel peggiore dei modi con i gardesani in vantaggio dopo appena 3′ di gioco con un gol di Guerra.

I granata si sono rivelati fin da subito disorientati, quasi balbettanti in campo; una situazione che mai avevamo riscontrato durante il campionato, almeno a questo livello; è quindi del tutto evidente che il rientro ufficiale in campo dopo quasi un mese non ha di certo giovato alla Reggiana.

Ad ogni buon conto pronti via e a soli 3’ dall’inizio del match Guerra, sfruttando un plateale errore della difesa granata, con un pallonetto ha superato Venturi imprimendo sul tabellino un pesante 1-0 (9° gol stagionale per lui).

La Reggiana per tutto il primo tempo si è difesa dai continui colpi degli avversari che facilmente hanno messo più volte alla prova Venturi, peraltro autore di un’ottima prestazione.

A trascinare la squadra di Diana è stato senza dubbio Sciaudone che con due tentativi dalla distanza ha fatto tremare la tifoseria verdeblù, a cui si sono aggiunti i tentativi al 45’ di Cremonesi con un colpo di testa sventato dal portiere avversario e al 46’ di Zamparo che sugli sviluppi di una punizione battuta da Cigarini ha sfiorato il secondo palo.

Al rientro in campo è calata una cortina di ferro tra le due squadre.

La Reggiana ha recuperato l’aggressività, mentre il Feralpi ha mostrato meno sicurezza e più nervosismo, consapevoli di un cambio di passo dei granata.

I ragazzi Diana hanno attaccato da subito la porta avversaria, ma solamente Zamparo al 62’ grazie a una bella palla fornitagli dal neo entrato Guglielmotti ha seriamente messo in difficoltà il portiere Liverani.

Con il passare dei minuti la Reggiana ha dimostrato di essere sempre più in partita costruendo un gioco fluido e stabilendo un’intesa che nel primo tempo è stata inesistente.

Al 71’ al “Turina” è avvenuto anche quello che possiamo definire un miracolo: Guerra prima ha scavalcato Venturi poi ha passato la palla a Balestrero che però ha incontrato sul suo cammino un difensore granata che gli ha negato un gol che sembrava fatto.

Nemmeno le nuove forze messe in campo da mister Diana sono riuscite almeno a ristabilire l’equilibrio.

Davvero disgraziata per la Reggiana questa prima partita playoff; Cigarini che subisce un grosso infortunio al ginocchio destro, nella peggiore dele ipotesi, cioè rottura del legamento crociato, per “Ciga” game over non solo ai play off ma alla anche sua carriera agonistica, e espulsione a fine partita nel tunnel degli spogliatoi (!!!???) per Igor Radrezza che rischia così seriamente di dover saltare la fondamentale gara di ritorno venerdi.

Da segnalare che da oltr’Enza continuano a giungere voci di un forte interessamento del Parma per Aimo Diana; intanto a Beppe Jachini, peraltro subentrato a stagione in corso a Maresca, è stato dato il benservito.

Per la sua sostituzione sono attualmente in corsa due emergenti a cui è pronosticata una grande carriera; Aimo Diana, appunto, e l’ex allenatore del Venezia Paolo Zanetti.

IL TABELLINO

FERALPISALÒ – REGGIANA 1-0

Marcatori: Guerra al 3′.

risultati dopo la gara d’andata del 2° turno playoff di serie C: Feralpisalò-Reggiana 1-0, Monopoli-Catanzaro 1-2, Virtus Entella-Palermo 1-2, Juventus U23-Padova 0-1.

FERALPISALÒ (4-3-1-2) Liverani; Bergonzi, Pisano, Legati, Corrado, Guidetti (Luppi al 77′), Carraro, Balestrero (Damonte all’86’), Siligardi (Di Molfetta al 64′), Miracoli (Spagnoli al 64′), Guerra (Hergheligiu al 76′). A disposizione: Porro, Salines, Bacchetti, Farabegoli, Corradi, Castorani, Khadim. Allenatore: Stefano Vecchi.

REGGIANA (3-5-2) Venturi; Luciani, Cremonesi, Cauz, Libutti (Guglielmotti al 59′), Rossi, Sciaudone (Radrezza al 59′), Cigarini (D’Angelo all’83’), Contessa, Arrighini (Rosafio al 59′), Zamparo (Lanini al 74′). A disposizione: Russo, Rozzio, Scappini, Neglia, Del Pinto, Porcino, Muroni. Allenatore: Aimo Diana.

Arbitro: Adalberto Fiero di Pistoia. Assistenti: Marco Lencioni di Lucca e Ivan Catallo di Frosinone. Quarto ufficiale: Luca Angelucci di Foligno.

Note – Ammoniti: Sciaudone (R) 22′ pt, Rossi (R) 35′ pt, Pisano (F) 47′ st. Espulsi: Radrezza (R) a partita conclusa negli spogliatoi. Angoli: 2-1 primo tempo, 1-8 secondo tempo. Recupero: 1′ primo tempo, 5′ secondo tempo.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.