Poltronissima regionale per l’ex a.d. Iren
Bianco nuovo presidente di Art E-R

20/5/2021 – Di nuovo in pista Massimiliano Bianco, il manager genovese, uscito non senza attriti dal gruppo Iren, da lui guidato per sette anni, dal 2014 al 2021, nel ruolo di amministratore delegato.

Bianco è il nuovo presidente di ART-ER, la società della Regione che ha rilevato le funzioni di Aster ed Ervet, col compito di promuore l’innovazione, la crescita sostenibile e l’attrattività del sistema territoriale. . Prende il posto di Giovanni Anceschi, che ha guidato la società dalla nascita. A proposito di crescita sostenibile, Bianco è stato il regista di operazioni controverse come l’impianto Forsu di trattamento rifiuti di Gavassa, dalla capacità largamente superiore al fabbisogno del territorio di riferimento.

Massimiliano Bianco

ART-ER oltre 200 dipendenti e un bilancio di 20 milioni di euro: ha gestito, tra i diversi progetti seguiti, tutta la fase di progettazione e riconversione dell’ex Manifattura Tabacchi di Bologna  e la procedura per l’insediamento del Centro Meteo Europeo al Tecnopolo di Bologna.

il via libera dal Pd e da Bonaccini: Bianco è stato indicato dalla Regione Emilia-Romagna, principale socio di ART-ER. E la nomina è stata approvata dall’assemblea dei soci, che si è riunita questa mattina, presieduta dall’assessore allo sviluppo economico e green economy, lavoro, formazione, Vincenzo Colla.

“Ringrazio il presidente Stefano Bonaccini, l’assessore Vincenzo Colla e tutta la Giunta per la fiducia accordatami – ha dichiarato il nuovo presidente di Art – Mi auguro di contribuire alla crescita e allo sviluppo di una società che rappresenta, anche a livello nazionale, un unicum nelle politiche per l’innovazione e che ha di fronte a sè sfide importanti che impegnano tutti gli attori del sistema: mondo della ricerca, imprese e territori verso la sostenibilità, la digitalizzazione e l’internazionalizzazione”.

Massimiliano Bianco, 5v1 anni, laureato all’Università Bocconi, è attualmente Senior Advisor prevalentemente nei settori dell’economia circolare, della transizione energetica ed ambientale, delle infrastrutture e dei servizi pubblici locali; supporta aziende, istituzioni e fondi di investimento in operazioni di M&A e in strategie di razionalizzazione/trasformazione industriale e di sviluppo delle attività e del business. È stato amministratore delegato del Gruppo IREN, multiutility quotata in Borsa e leader nei servizi pubblici locali nell’area del nord-ovest, dal 2014 al 2021.  Prima di approdare in IREN è stato direttore generale di Federutility (ora Utilitalia). Dal 2005 al 2013 è stato direttore generale dell’Acquedotto Pugliese, mentre in precedenza ha ricoperto il ruolo di direttore generale e amministratore delegato di Gallo & C. (Gruppo Meliorbanca, investment bank indipendente all’epoca quotata in Borsa).

L’Assemblea ha contestualmente nominato il nuovo Consiglio d’Amministrazione composto da:  Giuseppe Iotti, imprenditore, presidente del GIA (Gruppo imprese artigiane), consigliere uscente, Rita Cucchiara,  Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari, UNIMORE, Monia Castellini, Dipartimento di Economia e Management, UNIFE, Maria Cristina Facchini, Presidente dell’area della ricerca del CNR di Bologna, Direttore dell’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima.

Confermato l’attuale Collegio Sindacale composto da: Pierluigi Ungania (Presidente), Lorenzo Selleri e Maria Luisa Maini.

Nominato inoltre quale presidente del Comitato Tecnico Scientifico della Società, Claudio Melchiorri, Delegato del Rettore per la Ricerca Industriale e rapporti con le imprese dell’Università di Bologna.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.