Pedopornografia : sentenza definitiva, in carcere uomo di 50 anni di Campagnola

7/5/2022 – Nel giugno 2015 lo avevano arrestato – nell’ambito di un’inchiesta contro la pedopornografia in diverse province italiane – con l’accusa di detenzione di materiale pedopornografico aggravata dall’utilizzo di mezzi per impedire l’identificazione dei dati di accesso ad un rete telematica.

Ieri per il protagonista della vicenda, un uomo di 50 anni residente a Campagnola Emilia, si sono aperte le porte del carcere: dovrà scontare la pena di 1 anno, 5 mesi e 24 giorni detratti 6 mesi e 6 giorni già scontati.

Nel settembre del 2018 il Gip del Tribunale di Bologna lo aveva riconosciuto colpevole del reato a lui contestato condannandolo a 2 anni di reclusione con l’interdizione perpetua dagli uffici di tutore e curatore e per due anni dagli uffici pubblici. La condanna, confermata nel settembre del 2020 in Appello, era divenuta esecutiva nel 2022 avendo la Corte di Cassazione dichiarato inammissibile il ricorso del condannato.
    Emesso il provvedimento per la carcerazione dall’ufficio esecuzioni penali della Procura presso il Tribunale di Bologna i Carabinieri di Campagnola Emilia hanno rintracciato il 50enne presso la sua abitazione e lo hanno condotto in carcere a Reggio Emilia.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.