Troppa sporcizia , locali malmessi, alimenti mal conservati: rosticceria della Val d’Enza chiusa da Nas e Ausl

16/4/2022 – I Carabinieri del NAS di Parma, nell’ambito dei servizi volti a garantire la sicurezza alimentare e il rispetto delle norme anti-Covid hanno proceduto al controllo ed ispezione igienico sanitaria di diversi esercizi pubblici della Val d’Enza In una rosticceria i militari del Nucleo Antisofisticazione e Sanitaria di Parma hanno accertato talmente rilevanti da imporre l’immediata sospensione dell’attività, disposta dall’Ausl reggiana col personale intervenuto sul posto.

In particolare i carabinieri del Nucleo antisofisticazioni di Parma hanno riscontrato da un lato la mancata esposizione della cartellonistica indicante il numero massimo di persone consentite contemporaneamente all’interno del locale, dall’altro molteplici carenze igienico-sanitarie: vecchia sporcizia su tutte le superfici degli arredi e sui pavimenti, crepe nella controsoffittatura in cartongesso, formazione di ghiaccio nei congelatori, semilavorati non correttamente identificati e stoccati, pavimentazione danneggiata, apparecchiatura aspirante non funzionante e lurida, contenitori rifiuti privi di sistema di chiusura.

Alla luce delle gravi criticità riscontrate, su richiesta del NAS è intervenuto personale del dipartimento di sanità pubblica dell’Ausl di Reggio Emilia che condividendo l’esito dei controlli ha disposto la sospensione immediata dell’attività fino al ripristino delle condizioni igieniche.

Al titolare sono state contestate le relative violazioni amministrative e comminate sanzioni per un importo pari 3 mila 400.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.