Moglie pestata: marito ubriacone agli arresti domiciliari
Ha violato di continuo il divieto di avvicinamento

4/3/2022 – Un uomo di 42 anni residente nello Scandianese è finito agli arresti domiciliari per aver violato ripetutamente il divieto di avvicinamento alla moglie, misura cautelare imposta dal giudice di Reggio Emilia per le violenze compiute sulla donna 37enne, vittima per due anni, dall’estate 2019 alle estate 2021, di percosse e maltrattamenti di ogni genere dal parte del marito ubriaco. Il quale la tirava per i capelli, le lanciava bottiglie di birra e posacenere e ed è arrivato a sbatterla per terra. Dopo essere stata colpita a un occhio, con un vistoso ematoma, la donna preoccupata per la propria incolumità l’estate scorsa ha denunciato il marito per maltrattamenti in famiglia.

La Procura di Reggio Emilia, condividendo i riscontri dei Carabinieri a seguito della denuncia, aveva richiesto e ottenuto dal GIP l’applicazione nei confronti dell’uomo della misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla donna. Misura tuttavia violata, tanto da imporre il 3 marzo anche l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Nonostante ciò, l’uomo ha continuato a violare il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima. E tale comportamento, segnalato alla Procura, ha fatto scattare gli arresti domiciliari, eseguiti sabato mattina dai militari della Tenenza di Scandiano.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.