Messa in Ghiara per il beato Rolando Rivi
Celebra il vescovo Morandi
Sarà esposto il reliquiario con i capelli intrisi del sangue del martire bambino

13/4/2022 – Mercoledì 13 aprile, anniversario del martirio e mercoledì della Settimana Santa, il vescovo di Reggio Emilia Giacomo Morandi celebrerà una Messa nella Balisilica delle Ghiara di Reggio Emilia, alle 18,30, in memoria del martirio del Beato Rolando Rivi, il seminarista di 14 anni prelevato a tradimento da San Valentino di Castellarano da un commando di partigiani comunisti che dopo tre giorni di prigionia e di sevizie lo trucidarono in un bosco di Monchio. Eraa, appunto, l’aprile 1945. La beatificazione del martire bambino, col riconoscimento del martirio per causa di odium fidei è stata uno dei primi atti compiuti da Papa Francesco dopo la sua elezione.

Il Beato Rolando Rivi, martire bambino

La celebrazione in Ghiara – annuncia il comitato Amici di Rolando Rivi – sarà preceduta alle 18 dalla recita del Santo Rosario dei martiri, in preghiera per la pace.

Nella circostanza sarà esposto alla venerazione dei fedeli il reliquiario, usato nel giorno della Beatificazione, contenente una ciocca di capelli di Rolando intrisa del sangue del martirio.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Ivaldo Casali Rispondi

    13/04/2022 alle 11:16

    In ricordo della barbara uccisione del Beato Rolando Rivi:

    Il 13 aprile 1945 viene ucciso dai partigiani comunisti il seminarista Rolando Rivi (di anni 14), a Castellarano (RE). Il 10 aprile 1945 il partigiano Giuseppe Corghi, comandante del battaglione Frittelli della divisione Modena Montagna, appartenente alla Brigata Garibaldi, assieme al partigiano Delciso Rioli, sequestrarono il giovane, gli tolsero l’abito talare e lo sottoposero a orrende torture, umiliazioni e sevizie. In seguito condotto in un bosco gli fecero scavare la sua fossa e poi lo uccisero barbaramente. Quattro giorni dopo fu ritrovato il suo cadavere, il volto coperto di lividi, il corpo martoriato e due ferite da arma da fuoco. I due partigiani furono in seguito processati e condannati, nel gennaio 1953, a 22 anni di pena ma ne scontarono soltanto 6 (sei) grazie all’amnistia Togliatti. Delciso Rioli subisce nel 1954 un’altra condanna a 22 anni per l’omicidio a scopo di rapina, avvenuto nell’estate 1944, ai danni della zia Stella Paladini. Il 5 ottobre 2013 Rolando Rivi viene proclamato Beato dalla Chiesa. Domenica 15 aprile 2018, nella Chiesa di San Valentino di Castellarano (RE), alla presenza del Vescovo di Reggio e Guastalla, Mons. Massimo Camisasca, Meris Corghi, figlia del partigiano comunista Giuseppe Corghi, ha chiesto perdono ai fedeli per ciò che fece suo padre! (Nell’ottobre del 2015, nel Consiglio Comunale di Reggio Emilia, venne presentata una Mozione per l’intitolazione di una strada al Beato Rolando Rivi. Il PD chiese addirittura di togliere dal testo il riferimento “all’identità dei partigiani comunisti”, autori del barbaro assassinio!).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.