Eccidio partigiano di Castelnovo Sotto
Ripristinata la Croce sul Crostolo

23/4/2022 – Mentre sono in corso in tutta la provincia le manifestazioni per l’anniversario della Liberazione – con celebrazioni, conferenze e spettacoli che culmineranno il 25 aprile con la manifestazione di Reggio Emilia con l’intervento del ministro della Giustizia Marta Catarbia – questa mattina, rappresentanti del Centro studi Italia e dell’Associazione nazionale volontari di guerra, hanno ripristinato la Croce eretta sull’argine del Crostolo in ricordo delle vittime dell’eccidio di Castelnovo Sotto.
“In quel luogo la sera del 23 aprile 1945 – ricordano Alessandro Casolari dell’Anvg e l’avvocato Luca Tadolini del Centro Studi Italia – vennero assassinati a colpi di mitra 42 cittadini rastrellati dai partigiani nei comuni limitrofi. La mattanza continuò nelle notti tra il 24 aprile e il 1 maggio 1945 (vogliamo però ricordare che l’ultimo prelevamento, due sorelle, avvenne il 1 giugno del 1946), spesso occultando le spoglie delle Vittime.

Il ripristino della croce sul Crostolo a Castelnovo Sotto

Scrisse al riguardo don Flaminio Longagnani, Parroco di Meletole “in complesso, nel castelnovese, il numero delle vittime di queste esecuzioni sommarie nei giorni della Liberazione fu circa di un centinaio“.

Dopo l’innanzamento della croce è seguito di un momento di raccoglimento e di preghiera per i Caduti, conn la deposizione di una corona donata dall’Associazione Pietro e Marianna Azzolini. 
“Abbiamo inteso, con questa iniziativa svolta nel segno della riconciliazione nazionale – aggiungono Casolari e Tadolini – di commemorare tutte le Vittime, civili e militari, della violenza fratricida e delle stragi avvenute nella nostra provincia a ridosso della fine delle ostilità e pure successivamente”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.