Aeropittura futurista al Labirinto di FMR a Fontanellato
Cento opere in mostra sino al 3 luglio

9/4/2022 – Tra paesaggi, aerei e prospettive dilatate, distorte, capovolte, quasi un centinaio di opere sono visibili al pubblico dal 9 aprile al 3 luglio nelle sale del Museo del Labirinto di Franco Maria Ricci, a Masone di Fontanellato (Parma), per la mostra ‘Dall’alto! Aeropittura futurista’, che racconta le diverse sfumature di questa visionaria filiazione del Futurismo.


    L’esposizione, a cura di Massimo Duranti con la collaborazione di Andrea Baffoni, intende offrire una ricognizione sistematica di un movimento che coinvolse alcuni tra i principali artisti italiani della prima metà del Novecento, rimarcandone le specificità anche nei confronti delle altre correnti che si svilupparono a partire dal Futurismo.

L’Aeropittura esalta con sintesi ed essenzialità la velocità, il movimento e la simultaneità del volo come atto fisico e come stato d’animo. Questa specificazione futurista vide la sua consacrazione nel 1931 con un Manifesto dedicato a firma di Balla, Depero, Dottori, Benedetta, Fillia, Somenzi e Tato, ma già dalla metà degli anni Venti aveva iniziato a diffondersi tra alcuni pittori futuristi, fino ad assumere ufficialità alla fine del decennio a partire da uno scritto di Mino Somenzi del 1928 e da un articolo di Filippo Tommaso Marinetti del 1929.
    L’ingresso alla mostra (tutti i giorni tranne il martedì) include il biglietto per accedere al Labirinto della Masone, progettato da Franco Maria Ricci, che copre 7 ettari di terreno ed è stato realizzato interamente con piante di bambù di specie diverse. Il complesso del labirinto ospita spazi culturali per più di 5000 metri quadrati, destinati alla collezione d’arte di Franco Maria Ricci (circa 500 opere dal Cinquecento al Novecento) e a una biblioteca dedicata ai più illustri esempi di tipografia e grafica, tra cui molte opere di Giambattista Bodoni e l’intera produzione di Alberto Tallone. Completano questa collezione storica tutti i libri curati da Franco Maria Ricci in cinquant’anni di attività.

(fonte: ansa.it)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.