Un Festival della Psicologia a Reggio Emilia
Donazione di 50 mila euro da Far-Studium Regiense a Unimore

25/3/2022Importante donazione in favore del Dipartimento di Scienze Biomediche, Metaboliche e Neuroscienze di Unimore per un totale di 50 mila euro da parte della Fondazione F.A.R. – Studium Regiense a beneficio di studentesse e studenti e per l’istituzione di un Festival della Psicologia.

È stato il Presidente di F.A.R. – Studium Regiense, Carlo Baldi, a dare notizia dell’importante finanziamento di 50 mila euro per mezzo di una missiva indirizzata al Rettore di Unimore Carlo Adolfo Porro, e al Direttore del Dipartimento di Scienze Biomediche, Metaboliche e Neuroscienze, Michele Zoli, all’interno della quale, rimarcando lo storico legame tra fondazione e ateneo, ha esplicitato le finalità delle donazioni.

Carlo Baldi al convegno sull’Orlando Furioso

La somma, frutto del lascito testamentario della Signora Lelia Bottazzi, deceduta il 14 marzo del 2002, servirà per finanziare importantissime attività di Unimore nell’ambito dell’area psicologica; nel dettaglio: 36 mila euro saranno destinati all’organizzazione di un Festival della Psicologia nella Città di Reggio Emilia, sotto la direzione del Sandro Rubichi, Ordinario di Psicologia Generale presso Unimore; 5 mila euro serviranno per integrare le borse di studio Erasmus per studentesse e studenti del Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche che si recheranno all’estero nei prossimi anni accademici; altri 9 mila euro permetteranno di porre in essere contratti di consulenza per attività di sostegno psicologico.

La Signora Bottazzi con questo lascito aveva inteso ricordare le qualità umane e professionali del Dott. Mario Pedrelli, celebre medico psicologo reggiano deceduto nel 1984, verso il quale nutriva un profondo senso di gratitudine.

“L’iniziativa della Fondazione Famiglia Artistica Reggiana – Studium Regiense – commenta  Carlo Baldi –, nel rispetto della volontà testamentaria della Signora Lelia Bottazzi, vuole essere un ulteriore sostegno allo sviluppo dell’Università e della cultura nella città di Reggio Emilia. Continua così la tradizione della Fondazione di supporto ai nuovi progetti culturali e scientifici che valorizzano la città e le giovani generazioni.”

“I docenti e i ricercatori di area psicologica – sottolinea il prof. Sandro Rubichi – sin dall’attivazione del Corso di Laurea interateneo in Scienze e tecniche psicologiche nell’Anno Accademico 2015/2016 costruiscono, in collaborazione con Enti e Istituzioni reggiane, progetti formativi e di ricerca che partono dalle esigenze del territorio e contribuiscono a migliorare la qualità dei servizi alla persona, in piena sintonia con l’attenzione che la città ripone alle situazioni di criticità e fragilità. Ringrazio il dott. Baldi e la Fondazione F.A.R. – Studium Regiense, insieme alla Famiglia Bottazzi, per l’opportunità di proseguire in questa direzione, allargando la prospettiva di intervento anche alla divulgazione scientifica e alla formazione di studentesse e studenti all’estero.” 

“Ringrazio la Famiglia Bottazzi, la Fondazione F.A.R.–Studium Regiense, insieme al suo Presidente Dott. Carlo Baldi, per questa generosa donazione – dichiara il Prof. Giovanni Verzellesi, Prorettore per la sede di Reggio Emilia – che permetterà di sviluppare importanti attività sia formative che di public engagement nell’ambito dell’area psicologica di Unimore nella sede di Reggio Emilia.”

“Mi unisco ai ringraziamenti alla Famiglia Bottazzi e alla Fondazione F.A.R.–Studium Regiense – aggiunge il prof. Michele Zoli, –, per l’opportunità data al gruppo diretto dal Prof. Rubichi del nostro Dipartimento  di sviluppare un programma di così grande interesse scientifico e di terza missione, che rinforza lo stretto legame tra i docenti e ricercatori di area psicologica e la comunità reggiana”

“Siamo particolarmente grati alla Fondazione F.A.R. – Studium Regiense – commenta a sua volta il Magnifico Rettore Carlo Adolfo Porro – per l’importante donazione in favore di Unimore e, più in particolare, del Dipartimento di Scienze Biomediche, Metaboliche e Neuroscienze, non solo perché grazie a questo fondo sarà possibile realizzare progetti assai rilevanti ma anche perché essa si inserisce perfettamente all’interno di quel solido patto tra Ateneo e Territorio che orienta le nostre strategie di azione e che tanto può restituire a studentesse e studenti.”

La Fondazione è nata dalla fusione della Famiglia Artistica Reggiana nella Fondazione Studium Regiense.

A sua volta Studium Regiense deriva dall’Associazione Pro-Università, il movimento che ha contribuito in maniera rilevante alla realizzazione della sede universitaria a Reggio Emilia. Scopo della Famiglia Artistica Reggiana, invece, è stato da sempre l’incremento e lo sviluppo della vita culturale e artistica in genere.

L’accordo tra le due realtà, avvenuto nel 2013, ha dato nuovo impulso ad entrambe le istituzioni con un’intensa attività culturale, caratterizzata da concerti e conferenze, soprattutto con la formula dei Caffè del Giovedì diventati un appuntamento di rilevo nel panorama culturale e musicale di Reggio Emilia. Da sottolineare la crescente attività per la valorizzazione dei giovani talenti musicali nell’ambiente del conservatorio Peri-Merulo di Reggio.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.