Solidarietà Ucraina : alla scuola San Vincenzo la raccolta diventa progetto educativo
“Parliamo della guerra per insegnare libertà e democrazia”

27/3/2022 – La solidarietà con il popolo Ucraino martoriato dalla guerra scatenata dalla Russia, ormai è un movimento che anche a Reggio coinvolge tutte le generazioni e tutti gli ambienti sociali ed economici, con una miriade di iniziative.
Particolarmente significativa, in proposito, la raccolta di generi di prima necessità promossa dall’ Istituto Scolastico San Vincenzo de’ Paoli di Reggio Emilia (scuole infanzia, primaria e scuola media inferiore). Gli alunni e le loro famiglie hanno donato una gran quantità soprattutto di medicinali, materiale sanitario e biancheria, per la maggior parte portato da una delegazione di studenti e insegnanti al centro di raccolta della Comunità ucraina allestito presso la chiesa di San Giorgio. Il resto, precisa la scuola, è stato devoluto ad altri centri di raccolta della città.

Una raccolta che è diventata un progetto scolastico in piena regola. “Anche in questo modo – spiega il professor Giacomo Rossi – vogliamo sensibilizzare l’attenzione degli studenti alla tragica situazione che stanno vivendo i loro coetanei ucraini, e insegnare loro i valori della libertà e della democrazia. Già dai primi giorni di questa tragedia, nelle classi della scuola, si è iniziato a parlare di ciò che stava accadendo, presentando la situazione dal punto di vista storico, politico-economico e morale. Sono stati organizzati momenti di preghiera comune.

La speranza- conclude Rossi – non è solo che questo conflitto possa finire, ma anche che le nuove generazioni possano imparare da ciò che stanno vivendo e non ripetere gli stessi errori. E questa speranza passa attraverso l’educazione”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.