Sette spose per sette fratelli
Al Valli il musical western che strizza l’occhio a Tarantino

31/3/2022Sette Spose per Sette Fratelli è uno dei titoli di musical più amati dal pubblico italiano.

Andrà in scena al Teatro Municipale Valli venerdì 1 e sabato 2 aprile (ore 20.30) e domenica 3 aprile (ore 15.30) in una nuova e scintillante edizione ispirata al celebre film di Hollywood, con uno sguardo ai personaggi ed alle ambientazioni del mondo ironico dei western di Quentin Tarantino.

Diana Del Bufalo e Baz nuovissima coppia del teatro musicale italiano, sanno essere esplosivi, divertenti, vulcanici, dal talento vocale dirompente. Il grande impianto scenografico e i meravigliosi costumi sono stati progettati e creati secondo i canoni estetici e spettacolari di Broadway e di West End.

La storia è di altri tempi (il film è del 1954) e ci riporta nell’Oregon del 1850, in una fattoria tra le montagne vivono i sette fratelli PontipeeAdamoBeniaminoCalebDanieleEfraimFilidoro e GedeoneAdamo, il fratello maggiore, si rende conto che è arrivata l’ora di trovare una moglie che si occupi della casa e della cucina. Un giorno si reca in città per vendere pelli e conosce Milly, la cameriera della locanda del villaggio. Tra i due scocca il colpo di fulmine. Adamo e Milly si sposano e partono per la fattoria. Arrivati a casa PontipeeMilly ha una sgradita sorpresa: dovrà prendersi cura non solo del marito, ma anche dei suoi fratelli, sei rozzi montanari rissosi e refrattari all’igiene personale e alle buone maniere. Riuscirà a trasformare ben 7 uomini rudi?


1, 2 aprile ore 20.30, 3 aprile ore 15.30
Teatro Municipale Vall
i

SETTE SPOSE PER SETTE FRATELLI

libretto di Lawrence Kasha & David Landay
liriche Johnny Mercer
musica Gene de Paul
canzoni aggiunte Al Kasha e Joel Hirschhorn
traduzione Michele Renzullo

regia e coreografia Luciano Cannito
con Diana del Bufalo e Baz
scene Italo Grassi
costumi Silvia Aymonino
direzione musicale Peppe Vessicchio

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.