REGGIANA
Pari amaro a Cesena, con arbitro inguardabile
E gode il Modena, che resta lontano 5 lunghezze

DI PAOLO COMASTRI

Paolo Comastri

22/3/2022 La Reggiana pareggia, 2 – 2, il derby emiliano romagnolo al “ Dino Manuzzi “ di Cesena; per come si era messa, sotto di due reti alla fine del primo tempo con i gol segnati da Pierini e Pittarello, potrebbe essere ascritto come un buon risultato.

Ma non è cosi perchè la partita è stata palesemente falsata da due davvero sciagurate decisioni arbitrali: la prima su rigore al 12’ concesso a causa di un errore di Camigliano commesso un metro, non 10 centimetri…!!!, fuori dall’area; e la seconda al 36’ con Pittarello grazie ad un pallone sì d’oro, ma fornito dal compagno Frisier in netto fuorigioco.

La Reggiana ha risposto nel secondo tempo con il tap-in di Zamparo al 56’ e il gol su punizione di Lanini al 79’.

Ma riavvolgiamo il nastro di questa partita indubitabilmente dal sapore amaro.

Il Cesena ha fin da subito attacca la Reggiana portandola a commettere numerosi falli per arrestare l’avanzata; e infatti al 10’ di gioco iniziano i colpi di scena.

Camigliano per bloccare Bortolussi in area lo trattiene per la maglietta regalando in questo modo il rigore al Cesena, come detto inesistente perché il fallo è stato commesso un metro fuori dall’area; su questo episodio arbitro in palese black out sia per la sua indecisione, non solo ha subito tentennato nell’assegnare il penalty per poi “convincersi” solo dopo un colloquio con il guardalinee, albanese naturalizzato italiano Khaled Bahri di Sassari, ma ha pure “salvato” Camigliano da un doveroso cartellino rosso per il fallo commesso.

Dopo l’ammonizione a capitan Rozzio per protesta, dal dischetto Pierini non fallisce: vantaggio per i bianconeri e tanta tensione e irritazione negli occhi e nelle azioni dei ragazzi di Diana che fanno molta fatica a costruire e a proteggere la propria metà campo.

La seconda coltellata arriva al 36’: Frisier dalla destra si libera di Camigliano e serve in mezzo Pittarello che scarica il destro sul secondo palo.

Partita messa quel punto malissimo.

Mister Diana corre ai ripari effettuando tre cambi nella speranza di dare nuova linfa ai suoi.

Molto nervosismo in campo, anche da parte di mister Diana che si “becca” un cartellino giallo, gioco spezzettato da parte di entrambe le squadre e impossibilità per la Reggiana di trovare una combinazione vincente fino al 56’ quando Libutti serve con un taglio interno dalla destra Zamparo che solo in area piccola effettua il tap-in accorciando così le distanze.

Le sostituzioni di Diana cambiano volto alla Reggiana; D’Angelo, Rozzio e Lanini mettono ripetutamente alla prova i nervi dei romagnoli sfiorando il gol del pareggio.

A sorpresa arriva al 76’ l’espulsione del preparatore dello staff granata, così come a sorpresa giunge, finalmente, dopo 3 minuti la rete del pareggio da parte di Lanini; su punizione il 28enne torinese in prestito alla Reggiana dal Parma calcia il pallone che prima rimbalza davanti ad un avversario e poi si infila dritto filato nel sacco.

La Reggiana le prova davvero tutte per segnare l’agognato terzo gol, che significherebbe oltre che la vittoria, ridurre a meno tre il distacco dal Modena, ma la porta di Nardi pare stregata.

Riassumendo; il Cesena scatta, la Reggiana rimedia ma alla fine a festeggiare è il… Modena che a 5 giornate dalla fine del campionato mantiene i granata a 5 lunghezze.

Game over.

Il tabellino

CESENA – REGGIANA 2-2

Marcatori: Pierini al 12′ (R), Pittarello al 36′, Zamparo al 56′, Lanini al 79′.

Le formazioni ufficiali

CESENA Nardi; Steffè, Ardizzone, Pierini (Berti al 61′), Pittarello, Ciofi (Missiroli all’88’), Bortolussi (Tonin al 75′), Gonnelli, Pogliano, Favale (Allievi all’88’), Frisier (Zecca al 75′). A disposizione: Benedettini, Pollini, Maddaloni, Ilari, C. Shpendi, S. Shpendi. Allenatore: William Viali.

REGGIANA Venturi; Contessa, Rozzio, Camigliano (Cauz al 74′), Cigarini, Libutti, Arrighini, Radrezza (Rossi al 46′), Guglielmotti Zamparo al 46′), Sciaudone (D’Angelo al 46′), Lanini. A disposizione: Voltolini, Marconi, Scappini, Neglia, Porcino, Muroni. Allenatore: Aimo Diana.

Arbitro: Marco Ricci di Firenze. Assistenti: Khaled Bahri di Sassari e Mirco Carpi Melchiorre di Orvieto. Quarto ufficiale: Marco Monaldi di Macerata.

Note – Ammoniti: Rozzio (R) 11′ pt, Cigarini (R) 20′ pt, Gonnelli (C) 24′ pt, Pierini (C) 46′ pt, Diana (R) 51′ pt, Ardizzone (C) 83′ st. Espulsi: un membro dello staff granata e uno cesenate. Angoli: 3-3 primo tempo, 0-5 secondo tempo. Recupero: 2′ primo tempo, 4′ secondo tempo. 

risultati della trentatreesima giornata del campionato del girone B di serie C

Olbia-Siena 0-0, Ancona Matelica-Carrarese 2-0, Grosseto-Virtus Entella 1-0, Imolese-Aquila Montevarchi 2-0, Lucchese-Gubbio 2-2, Pistoiese-Fermana 2-1, Pontedera-Viterbese 0-2, Teramo-Pescara 0-0, Vis Pesaro-Modena 0-3, Cesena-Reggiana 2-2.

La classifica dopo la 33ª giornata del girone B di serie C

Modena 78; Reggiana 73; Cesena 59; Pescara 57; Virtus Entella 56; Ancona Matelica 50; Gubbio 47; Vis Pesaro 41; Lucchese, Pontedera 40; Carrarese 39; Siena, Aquila Montevarchi, Olbia, Teramo 37; Fermana 33; Pistoiese 32; Viterbese 31; Imolese 30; Grosseto 28.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.