La Reggiana non molla
Batte Vis Pesaro 3-1 e riapre la lotta promozione

DI PAOLO COMASTRI

Paolo Comastri

16/3/2022 – Bene. La Reggiana non molla la presa, batte 3-1 la Vis Pesaro e riapre la lotta per la promozione diretta in Serie B portandosi a tre punti dalla capolista Modena che nel pomeriggio non è andato oltre il pareggio 1-1 contro il Siena.

Per la cronaca 14.o (!!!???) rigore stagionale a favore dei canarini di cui 11 decisivi per la vittoria; neanche ai tempi della Juventus di Lucianone Moggi

Ma così gira il mondo, e torniamo dunque al “Mapei Stadium / Città del Tricolore” dove la Reggiana coglie con questa vittoria l’ottavo successo nelle ultime nove partite giocate sul campo amico; una vittoria meritata, soprattutto, per quanto visto nel secondo tempo dopo una prima frazione di gioco dove “vagavano” per il campo i fantasmi di Gubbio.

Ad ogni buon conto la Vis Pesaro dimostra fin dai primi minuti di non voler fare solo una partita di contenimento e aggredisce appena può l’avversario; la prima occasione capita proprio agli ospiti con un colpo di testa ravvicinato di Coppola che finisce di poco alto.

La partita sì accende quando la Reggiana protesta con l’arbitro chiedendo due calci di rigore per due contatti prima su Guglielmotti e poi su Sciaudone che viene, invece, ammonito per simulazione.

Al 21’ arriva la prima grande chance per i granata con Lanini che sì presenta tutto solo davanti al portiere lo salta anche, ma trova il salvataggio sulla linea di Piccinini a negargli il gol.

L’appuntamento è ritardato solo di qualche secondo perché dagli sviluppi del corner battuto da Contessa il numero 94 firma il suo quattordicesimo gol stagionale con un bel colpo di testa.

In vantaggio la squadra di Diana continua a spingere: spreca un buon contropiede con Sciaudone e sì vede annullare giustamente per fuorigioco il raddoppio di Arrighini.

La Vis Pesaro, però, ha il merito di non mollare e al 40’ viene premiata con il pareggio grazie ad un euro gol di Tonso che con un tiro da fuori area sorprende Venturi.

Sì va così all’intervallo in parità, ma soprattutto con un pesante fardello di delusione e preoccupazione che pesa come un macigno su tutto lo stadio per una Reggiana brutta e inconcludente.

Al rientro in campo si capisce subito che l’aria è mutata; la Reggiana parte all’attacco vogliosa di fare sua la partita, chiudendo l’avversario nella propria metà campo.

Il nuovo vantaggio arriva ancora sugli sviluppi di calcio d’angolo; questa volta è Arrighini il più veloce di tutti a trovare la rete, la seconda in granata, girando alle spalle di Farroni dopo un primo tentativo di Rozzio.

Il portiere marchigiano è bravo pochi minuti dopo ad opporsi ad una gran conclusione da fuori di Lanini.

Il tris che mette al sicuro il risultato arriva al 65’ grazie a Cigarini che s’inventa un incantevole assist filtrante per Guglielmotti, peraltro bravissimo nell’inserimento e nel superare Farroni con un tocco ravvicinato.

Sopra di due gol la Reggiana comincia a controllare senza affondare più di tanto. La Vis si riaffaccia in avanti, colpisce un palo su punizione con Marcandella, ma non riesce a rientrare in partita.

Ora tutti al “Manuzzi” di Cesena lunedi 19 per un derby tanto delicato quanto fondamentale per la classifica.

I cugini d’oltre Secchia invece 48 ore prima in trasferta proprio sul campo della Vis Pesaro.

IL TABELLINO

AC REGGIANA 3

VIS PESARO 1

MARCATORI: 23’ st Lanini (R), 6’ st Arrighini (R), 20’ st Gugliemotti (R).

AC REGGIANA: Venturi, Contessa, Rozzio, Camigliano, Rosafio (dal 19’ st Radrezza), Cigarini, Libutti,

Arrighini (dal 34’ st Neglia), Guglielmotti, Sciaudone (dal 34’ st Rossi), Lanini (dal 28’ st Scappini).

A disposizione: Voltolini, Marconi, Porcino, Cauz, Muroni.

Allenatore: sig. Aimo Diana.

VIS PESARO: Farroni, Ferrini (dal 33’ st Cusumano), Gavazzi, Acquadro, Tonso (dal 33’ st Sanogo),

Lombardi (dal 14’ st De Nuzzo), Cannavò, Astrologo (dal 14’ st Marcandella), Coppola, Piccinini,

Saccani.

A disposizione: Campani, Manetta, De Respinis, Di Sabatino, Silenzi, Besea, Rossi, Rubin.

Allenatore: Marco Banchini.

DIRETTORE DI GARA: sig. Francesco Luciani di Roma 1 con Assistenti il sig. Amir Salama di Ostia Lido

(RM) e il sig. Alessandro Maninetti di Lovere (BG); IV ufficiale di gara: sig. Sajmir Kumara di Verona.

NOTE: Ammoniti: Arrighini (R), Contessa (R), Cigarini (R), Sciaudone (R), Gavazzi (V). Calci d’angolo 6-4.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.