E ora che facciamo, Capelli ?
Casetta abusiva da abbattere e maximulta da pagare
Sconfitta finale al Consiglio di Stato per il presidente Fcr

4/3/2022 – E ora Andrea Capelli potrà restare al suo posto di presidente delle Farmacie comunali riunite di Reggio Emilia? La domanda sorge spontanea dopo che la ditta Capelli ha perso anche il round al Consiglio di Stato contro lo stesso Comune che lo ha nominato alle Farmacie, per la vecchia storia di una casetta abusiva uso ufficio nella area della Carrozzeria Capelli. La casetta dovrà essere abbattuta e la ditta Capelli dovrà pagare una sanzione molto salata al comune.

La domanda cruciale fa da sfondo anche alle considerazioni di Marco Eboli e del cavalier Ivaldo Casali (Fratelli d’Italia Reggio Emilia) su una vicenda non soltanto imbarazzante, ma che denota un atteggiamento disinvolto nelle nomine pubbliche.

Andrea Capelli alcuni anni fa con la statua di Peppone

Scrivono Eboli e Casali: “Il Consiglio di Stato, a cui la ditta Capelli aveva ricorso, dopo che una precedente ordinanza del Tar dell’Emilia Romagna aveva respinto un ricorso, per evitare di ottemperare alle ordinanze del Comune che gli intimava di demolire una casetta abusiva e pagare 20.000 euro di multa, ha sancito la definitiva sconfitta della carrozzeria.

Quindi ora i Capelli, devono abbattere l’abuso edilizio e pagare la multa. La cosa riguarda anche l’attuale Presidente di Fcr Andrea Capelli, socio al 25% della ditta di famiglia – sottolineano il portavoce cittadino e il responsabile sicureza di FdI – In precedenza il Presidentissimo, che in questo caso non va benissimo, aveva ironizzato sulle critiche mosse da Fdi.

Pensiamo che ora sul suo volto comparirà un sorriso amaro, ed anche lui, in qualità di socio della ditta di famiglia, dovrà mettere mano al portafoglio e chiudere una vicenda, anche politicamente ed eticamente surreale, con lui, Presidente Fcr su nomina del suo compagno di partito, il Sindaco Vecchi, che, in veste di socio della ditta di famiglia ricorre, perdendo, per non abbattere una casetta abusiva costruita accanto alla sede della loro carrozzeria e pagare 20.000 euro di multa. Poteva uscirne, lui e la sua famiglia, con più dignità, pagando sin dall’inizio, senza arrivare al Consiglio di Stato”.

)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.