Agguato alle Teste Quadre a Lucca
Quattro tifosi feriti, uno grave

12/3/2022 – Un tifoso della Reggiana, del gruppo Teste Quadre, ricoverato in condizioni gravi al maxillo facciale dell’ospedale Cisanello di Pisa, altri tifosi postati a sangue di cui almeno tre portati in un paio di ospedali toscani, due poliziotti al pronto soccorso, un bar buttato all’aria, terrore in strada. E’ drammatico il bilancio degli scontri di ieri sera al termine di Lucchese-Reggio Emilia (finita 1-0 per i toscani), scontri provocati da un agguato teso da decine di tifosi lucchesi al corteo di pulmini delle Teste Quadre, che riportavano una quarantina di reggiani verso l’autostrada.

Quando la mini colonna è arrivata alla rotonda di via Cantore, appena fuori dalle mura della città, ad attenderli c’era un nutrito gruppo della tifoseria di casa, che ha preso a sassate i mezzi reggiani. Sembra che un certo punto qualcuno dei lucchesi abbia sventolato una sciarpa sottratta alle Teste Quadre, e a quel punto i reggiani sarebbero scesi dai pulmini per riprendersela. In breve alla rotonda si è scatenato il finimondo, con non meno di sessanta persone coinvolte. Sono spuntate spranghe, mazze da baseball, a quanto pare alcune con i chiodi, volti coperti da passamontagna. Sono volate sedie di ferro e tavolini di un chiosco, devastato negli scontri.

Il tardivo intervento della polizia, che evidentemente non sapeva dell’agguato, ha lasciato campo libero ai violenti. E’ finita che le Teste Quadre s rimaste chiuse a tenaglia tra gli agenti antisommossa, arrivati alla loro spalle, e i tifosi lucchesi, ele hanno prese da entrambi. Il bilancio della drammatica serata, con almeno quattro tifosi reggiani feriti, non lascia molti dubbi su come siano andate le cose e chi abbia avuto la peggio.

Uno dei capi delle teste quadre è stato portato al pronto soccoso di Lucca, di lì trasferito al Nuiovo Ospedale Apuano di Massa e infine, questa mattina, trasferito d’urgenza al maxillo facciale del complesso di cisanello per essere operato. Avrebbe riportato vaste ferite al volto, coklpito o da una sedia in ferro o da una mazza chiodata.

Ieri sera risultavano identificati due tifosi, uno reggiano e uno lucchese, ma molti altri sono in corso di identificazione per i Daspo e le denunce alla magistratura.

Immagini e video dal sito Lucca in Diretta

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.