Solo e disperato, cerca di darsi fuoco sotto l’obelisco: salvato dai Carabinieri e da una passante

21/2/2021 – Momenti drammatici ieri pomeriggio in piazza Gioberti, sotto l’obelisco, a Reggio Emilia: erano le 17 quando un uomo nei pressi della nuova vasca ovoidale che circonda il monumento estense, un uomo sui 65 anni armato di accendino e con una bottiglia da un litro e mezzo piena di benzina, in preda allo sconforto, ha minacciato di darsi fuoco sotto gli occhi dei passanti.

Numerose le telefonate al 112 partite quasi in contemporanea. Una pattuglia della sezione radiomobile dei carabinieri di Reggio Emilia e subito arrivata sul posto: mentre una donna parlava con l’uomo per farlo desistere dal suo gesto, il vicebrigadiere Vincenzo Lignitto lo ha raggiunto e gli ha letteralmente strappato dalle mani l’accendino col quale il disperato aveva già acceso un pezzo di carta. Intanto l’appuntato Claudio Maestria si impossessava della bottiglia piena di benzina. L’uomo a quel punto veniva fatto sedere e tranquillizzato dai carabinieri che a piedi lo hanno accompagnato nella vicina caserma Carmana, e dove lo hanno affidato alle cure mediche per ulteriori accertamenti. Alla base del gesto, come ha spiegato lui stesso, la solitudine e le difficoltà del 65enne, che vive solo in condizione economiche precarie. Sul posto anche una pattuglia della Polizia di Stato.

L’obelisco e la sua nuova vasca
Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.