Poviglio: due farmacisti No Vax denunciati dal carabinieri del Nas
Erano a lavorare pur sospesi dall’Ordine

10/2/2022 – Anche i Carabinieri del Nas di Parma hanno scovato delle irregolarità durante la campagna di
controlli nazionale che, negli ultimi 30 giorni, ha portato i militari a svolgere verifiche in “1.360 farmacie e centri di
analisi, rilevando irregolarità in 170 di questi (pari al 12,5%) e contestando 282 violazioni”.

In tutta Italia, si legge in una nota, “è stata disposta la sospensione di 21 punti di prelievo di tamponi rapidi condotti in condizioni igienico-strutturali carenti e con modalità non compatibili con la prosecuzione dell’attività, sono stati sequestrati 677 kit per tamponi rapidi non idonei e individuati 18 operatori che lavoravano senza Green
pass e sono state accertate anche altre violazioni, con il sequestro di 650 confezioni di medicinali defustellati e 25.300
mascherine irregolari”.


Tra le operazioni più significative, il Nas segnala appunto il controllo svolto in una farmacia di Poviglio che
ha portato alla denuncia di “due farmacisti e due studenti”. I due farmacisti, infatti, “esercitavano la propria attività
sebbene sospesi dall’Ordine poiché non vaccinati”, mentre i due studenti “effettuavano tamponi rapidi sebbene sprovvisti dei previsti titoli abilitativi”. A carico di uno dei due studenti, inoltre, è stata accertata “la falsa attestazione della sottoposizione al vaccino anti-Covid al fine di ottenere un Green
pass valido, pur non avendone titolo”.
(FONTE: AGENZIA DIRE)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.