Bollette spaventose: Acer Reggio mobilita gli amministratori condominiali
Un manuale per risparmiare

27/2/2022 – Se l’aumento dei costi delle bollette energetiche sta mettendo in crisi molte famiglie, le conseguenze sulle persone meno abbienti e sui nuclei familiari più fragili rischiano addirittura di produrre effetti socialmente devastanti.

Combattere la povertà energetica è diventato quindi obiettivo primario di Acer Reggio Emilia, l’azienda pubblica che gestisce circa 5200 alloggi in oltre 500 fabbricati, di cui 200 di proprietà interamente pubblica e 300 di proprietà mista pubblico/privata.

Riqualificazione energetica di un condomino di via Papa Giovanni

Proprio dalla gestione degli alloggi nei condomini di proprietà mista è nata la necessità di lavorare in stretta collaborazione con gli amministratori condominiali, il cui costante dialogo – sottolinea Acer – “si sta rivelando molto costruttivo per scambiare informazioni e individuare soluzioni volte a prevenire situazioni di disagio abitativo ed evitare nuove forme di povertà e disuguaglianze sociali”.

Per contrastare il fenomeno della povertà energetica e rendere sostenibili gli alloggi di edilizia residenziale pubblica i cospicui finanziamenti stanziati dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) per interventi di efficienza energetica nell’housing sociale rappresentano sicuramente una importante opportunità. Così come i proprietari privati fino al 2023 potranno efficientare energeticamente il loro patrimonio abitativo grazie a incentivi fiscali statali, superbonus 110%, ecobonus e conto termico.

“Acer ha tutto l’interesse a che si moltiplichino gli interventi di ammodernamento e di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente anche nei condomini in cui sono presenti alloggi di edilizia residenziale pubblica – spiega Marco Corradi, presidente di Acer Reggio Emilia – ridurre fortemente il fabbisogno energetico, rendere efficiente energeticamente il patrimonio edilizio e puntare ad autoprodurre e autoconsumare energia da fonti rinnovabili, significa ridurre i costi delle bollette per i cittadini e in particolare per i nostri inquilini”. E aggiunge: “Abbiamo ribadito il sostegno di Acer a tutti gli amministratori che vogliono avviare progetti di riqualificazione. Con molti di loro stiamo già lavorando all’analisi degli interventi architettonici, tecnici, tecnologici ed estetici in corso di realizzazione; con altri abbiamo avviato un dialogo costruttivo per progettare gli interventi che si andranno a realizzare”.

Positivo quindi l’incontro tra Acer e gli amministratori condominiali che non solo ha sancito una linea di indirizzo comune volta a favorire gli interventi di riqualificazione e di ammodernamento del patrimonio edilizio esistente, ma ha definito come obiettivi comuni primari il miglioramento della qualità edilizia dei condomini per aumentare le condizioni di comfort e di sostenibilità degli inquilini.

Ai propri inquilini Acer già fornisce formazione e informazioni utili al corretto utilizzo della casa anche attraverso il Manuale dell’Inquilino, una guida per la gestione oculata dell’energia in cui sono raccolti consigli e suggerimenti per ottimizzare i consumi di energetici e di acqua e migliorare il comfort abitativo dell’alloggio.

Il Manuale dell’Inquilino è scaricabile dal sito di Acer https://casa.acer.re.it/risparmio-energetico/ ; è possibile ritirarne una copia anche presso la sede di Acer Reggio Emilia in via Costituzione 6.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.