Via all’autotest per certificare la positività Covid. Operativo da mercoledì 19
Ma la confusione regna sovrana: ecco cosa succede

15/1/2022 – Al via in Emilia-Romagna la piattaforma di autotesting al coronavirus. La nuova procedura sarà presentata lunedì dall’assessore regionale Donini, ma in realtà sarà operativa da mercoledì 19, quando i cittadini emiliano-romagnoli, solo se completamente vaccinati, potranno avviare o chiudere le procedure previste attraverso il Fascicolo sanitario elettronico, seguendo i passaggi previsti e secondo requisiti e indicazioni di sicurezza.

Il sistema, per il quale nei giorni scorsi è stata aggiornata anche la piattaforma del fascicolo sanitario elettronico, permetterà di certificare la propria positività al coronavirus e cominciare l’isolamento con un test antigenico rapido eseguito in autonomia e a domicilio, registrando i risultati dell’autotest su un portale ad hoc.

Nei giorni successivi la piattaforma di autotest verrà estesa anche all’autocertificazione della guarigione e quindi sarà valida per la fine dell’isolamento, ma per i soli vaccinati con dose booster.

Il tutto in una situazione di confusione generale, di cui il caso eclatante del deputato Gianluca Vinci (svegliato di notte dal letto dalla Polizia a causa di una comunicazione sbagliata dell’Ausl) e solo la punta dell’iceberg. C’è chi ha contratto il virus dopo tre vaccinazioni e , una volta guarito, si è visto respingere dagli esercizi pubblici perché la certificazione del test negativo, rilasciata dal ministero della Salute, non è validata dal sistema. Invece è valido il super green pass precedente, quello delle tre vaccinazioni.

Però oggi diventa praticamente impossibile, a causa del numero elevatissimo di contagiati, riuscire a ottenere risposte e chiarimenti dai call center della sanità. Speriamo che con l’autotest, soprattutto con l’estensione alla certificazione della guarigione, le cose vadano meglio.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.