SAMAN
Lo zio Danish Hasnain in carcere a Reggio
Sbarcato all’aeroporto di Bologna, subito trasferito al carcere della Pulce

L’arrivo di Danis Hasnain al Marconi di Bologna e la consegna alle autorità italiane

20/1/2022 – Danish Hasnain, lo zio di Saman Abbas accusato dell’omicidio della nipote pakistana, che non si era piegata a un matrimonio combinato, è arrivato in Italia, all’aeroporto Marconi di Bologna, con un volo militare dal Charles De Gaulle di Parigi. Alle 13 gli agenti speciali della Polizia francese lo hanno consegnato ai carabinieri del Nucleo investigativo di Reggio Emilia. Dopo le formalità di rito, Hasnain è stato trasferito nel carcere della Pulce, la Casa circondariale di via Settembrini a Reggio, dove nei prossimi giorni sarà interrogato dagli inquirenti.

La partenza da Bologna è avvenuta poco dopo le 14.

Danish Hasnain appena sceso dall’aereo

Hasnain è accusato quale autore materiale dell’omicidio di Saman Abbas, 18 anni, scomparsa da Novellara la notte fra il 30 aprile e il 1° maggio scorso. I resti della ragazza non sono stati ancora trovati. Con lo zio sono accusati di omcidio i genitori di Saman (fuggiti in Pakistan poche ore dopo aver consegnato la figlia ad Hasnain, e tuttora ricercati) e due cugini.

Hasnain consegnato ai Carabinieri

Hasnain, ricercato internazionale, era riuscito a passare la frontiera francese in maggio, e aveva tentato di portare con sè il fratello minore di Saman, che è il suo principale accusatore. La polizia francese lo aveva catturato il 21 settembre nella regione di Parigi in casa di connazionali, su indicazione dei Carabinieri che seguendolo su Facebook ne avevano individuato il rifugio.

E’ stato consegnato all’Italia a quattro mesi dall’arresto, dopo che davanti alla Corte d’Assise di Parigi (chiamata a decidere sulla richiesta di estradizione) dopo che lo stesso Hasnain aveva chiesto di rientrare a Reggio Emilia.

LA CONSEGNA DI HASNAIN

All’esito della definizione della procedura di estradizione con la Francia, Danish Hasnain, zio paterno di Saman Abbas, questa mattina presso l’aeroporto internazionale Charles de Gaulle di Parigi, è stato preso in consegna dal personale del Servizio di Cooperazione Internazionale della Polizia Criminale del Ministero degli Interni “che ha fornito preziosa collaborazione ai Carabinieri di Reggio Emilia nei rapporti di collaborazione con le autorità francesi”.

L’indiziato è giunto alle ore 13 circa in Italia presso l’aeroporto di Bologna dove è stato prelevato dai militari del Nucleo Investigativo per essere tradotto presso la Casa Circondariale di Reggio Emilia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.