La vittoria più bella
Unahotels espugna Trieste 83-85
Show Olisevicius: 29 punti e record di carriera

DI PAOLO COMASTRI

Paolo Comastri

17/1/2022 – La vittoria che davvero non ti aspetti; quindi la più bella anche perchè vincere in casa di Trieste prima della palla a due pareva un sogno, quasi, irrealizzabile.

Quasi, appunto, perchè l’ 85 – 83 rifilato ai giuliani, per giunta dopo un tempo supplementare e al termine di una partita che pareva persa, significano due punti non d’oro ma di platino per la classifica dei biancorossi.

La gara si dipana sui binari dell’equilibrio, fino all’accelerata dell’Allianz che sul finire di primo tempio guadagna 7 punti di vantaggio, sfruttando la scarsa vena al tiro di Reggio.

Alla ripresa dei giochi la Unahotels fatica ancora e i padroni di casa si limitano a controllare il match.

Nell’ultima frazione nessun cambiamento rispetto a quanto visto nei primi tre tempi, con Trieste che addirittura si porta avanti di 11 lunghezze, ma in quel momento arriva lo show di Osvaldas Olisevicius, che trascina la Pallacanestro Reggiana a riaprire la partita e ad avere addirittura la palla per la vittoria, fallita da Hopkins. Si va così al supplementare; inizia meglio la formazione di Ciani, ma il solito Olisevicius riporta avanti Reggio.

Osvaldas Olisevicius

Mian replica, poi due giocate di Crawford fanno lievitare il vantaggio a favore della Unahotels che va al +6.

Banks non ci sta, ma anche Cinciarini non è da meno e allo scadere dei 24 secondi piazza una tripla pesante che vale il +7 a un minuto dalla sirena.

Ancora Mian va a bersaglio e i liberi di Davis riaprono ancora una volta la gara.

Johnson fa 1/2 dalla lunetta, Davis lo imita, Strautins ne sbaglia 2, ci prova Banks il cui tiro muore sul ferro.

La sirena suona sull’ 85 a 83 a favore della Pallacanestro Reggiana.

Quando si vince, vince tutta la squadra ma ci si consenta due menzioni particolari; per il Cincia e per Olisevicius.

Il primo, 10 punti, è impreciso al tiro, ma il coraggio non gli manca e nel finale le conclusioni vanno a bersaglio, segno di gran personalità e freddezza. Sempre più il leader in campo.

Mentre Osvaldas Olisevicius, 29 punti, regala uno show balistico che gli vale il suo primato in carriera, career high direbbero oltre atlantico, in Italia e il titolo di MVP dell’incontro.

Chiude con 11/15 dal campo e tanta personalità da caricarsi la squadra nel momento della rimonta.

Un cenno anche per il coach; il tecnico pavese porta a casa un successo che fino al 35′ sembrava impossibile.

Per semplificare diciamo che la difesa, più o meno….., ha tenuto mentre l’attacco …..all’Allianz Arena triestina non ha certo vissuto i suoi momenti migliori; clamorosi gli otto liberi falliti e che, peraltro, potevano costare molto, ma molto caro.

Conoscendo il tecnico pavese si prevedono in via Cassala robuste sedute di tiri liberi.

IL TABELLINO

ALLIANZ TRIESTEUNAHOTELS REGGIO EMILIA 83-85


dopo un tempo supplementare

ALLIANZ TRIESTE: Banks 14, Davis 14, Fernandez, Konate, Deangeli, Mian 11, Delia 14, Fantoma ne, Cavaliero 9, Campogrande 8, Grazulis 13. Allenatore: Ciani.

UNAHOTELS REGGIO EMILIA: Thompson 5, Hopkins 12, Baldi Rossi, Strautins 9, Crawford 10, Colombo ne, Cinciarini 10, Johnson 3, Olisevicius 29 Bonacini ne, Diouf 7. Allenatore: Caja.

Arbitri: Begnis, Vicino, Marziali.

Parziali: 17-18; 23-15; 15-15; 15-22; 13-15.

Note: fallo tecnico a Crawford al 30′. Fallo antisportivo a Fernandez al 33′. Hopkins esce per falli al 44’30”

Paolo Comastri

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.