Sede fittizia in Svizzera per non denunciare utili e ricavi
Le Fiamme Gialle incastrano società di servizi informatici

2/12/2021 – La Guardia di Finanza ha scoperto una società del reggiano, con sede fittizia in Svizzera, che non ha dichiarato importi per mezzo milione di euro al fisco italiano. L’azienda, operante in Italia nel settore dei servizi informatici di design, è accusata di aver adottato l’escamotage illecito della localizzazione all’estero (dove è risultato essere allestito un mero ufficio utilizzato come “schermo” per celare l’attività formalmente svolta in Italia) per beneficiare di una minor tassazione sugli utili e occultare l’ammontare complessivo di ricavi e reddito
imponibile.


Le indagini svolte dalle Fiamme Gialle della tenenza di Correggio hanno fatto emergere il fenomeno noto come
“esterovestizione”, in particolare nell’anno d’imposta 2015.
Diverse le accuse contestate, dalla violazione degli obblighi relativi alla contabilità all’omessa istituzione dei libri, dei registri e delle scritture contabili in Italia, nonché, l’omessa presentazione delle dichiarazioni annuali ai fini delle imposte sui redditi, dell’Iva e dell’Irap. Gli inquirenti stimano che sono state sottratte al fisco italiano imposte per circa 250mila euro.

(FONTE: ANSA)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *