Loro sono loro, e noi non siamo un c…
La Giunta e Bella Ciao senza mascherina
Spadoni: “Sindaco, ci aspettiamo pubbliche scuse”

Il sindaco Vecchi e la Giunta, senza mascherina e vicini vicini, massacrano Bella Ciao dopo la cena degli auguri

DI MARIA EDERA SPADONI*

26/12/2021 – Da antifascista convinta trovo totalmente inopportuno il comportamento del sindaco di Reggio Emilia Vecchi e di assessori e consiglieri di maggioranza che hanno pensato di brindare insieme, in un locale chiuso, senza distanziamento né mascherina, in un momento in cui si chiedono ai cittadini comportamenti rigorosi sul COVID.

La politica deve dare l’esempio, per rispetto di chi soffre e sta lottando, per gli operatori sanitari della nostra sanità pubblica che sono allo stremo e di chi non ce l’ha fatta.

Questi comportamenti fanno solo un favore a negazionisti e alle destre, mettendo in mezzo la canzone simbolo della Resistenza e allontanando i cittadini dalla politica , facendo intendere che c’è chi può fare quel che vuole e chi no.

Un gesto di pubbliche scuse da parte del sindaco e di chi con troppa leggerezza ha compiuto quel gesto diffondendo quel video è il minimo.

Invito tutti a seguire le raccomandazioni per queste festività. Distanziamento, mascherina, arieggiare i locali, non creare assembramenti, niente abbracci.

In poche parole: evitate tutto quello che vedete in questa foto.

*Deputata M5S, vicepresidente della Camera

Il coretto di Vecchi e della Giunta senza mascherina

FORZA ITALIA: STUPEFATTI PER QUEL VIDEO. E POI SIDOLI VA A CHIEDERE IL RISPETTO DELLA REGOLE AGLI ESERCENTI…

DI GIANLUCA NICOLINI E DAVIDE GANAPINI*

“Siamo stupefatti per il video che sta circolando in rete, relativo ad un momento di festa “natalizia” della giunta comunale di Reggio Emilia.
Nel filmato si canta “Bella Ciao” – beh, da costoro non potevamo ovviamente pretendere nulla di diverso: politica anche nell’approssimarsi del Santo Natale – ma una cosa stride fortemente, la leggerezza dei comportamenti in tempo di covid, rispetto alle severe raccomandazioni da loro contritamente fatte ai comuni mortali. Mascherina e distanziamento valgono solo per gli altri, i figli di un Dio minore ( quello per intenderci nato nella grotta a Betlemme ), insomma, detta alla Marchese del Grillo, noi siamo noi e voi non siete un …” . Questi “signori” sono gli stessi degli appelli rivolti da loro stessi ai reggiani, con toni aulici, severi e sopracciglia aggrottate. Peccato che valgano solo per gli altri. Prudenza e raccomandazioni anche dei medici in occasione delle festività svaniscono nell’ebbrezza delle note di “Bella Ciao”.

A livello politico il rammarico è pure maggiore, facendo parte dell’allegra “brigata”, anche l’assessore al commercio Mariafrancesca Sidoli,  che pretende, e a giusta ragione, il rispetto delle norme anti covid dai commercianti, baristi, ristoratori e frequentatori del centro storico, mentre poi la vediamo nelle belle immagini in atteggiamenti pandemicamente disinvolti. Ci permettiamo così di ricordare – sommessamente- agli amici amministratori, che siamo per gli ultimi giorni nel 2021, che il 1945 è passato, e che oggi il nemico non è più il fascismo ma il covid 19.


 *Coordinatore provinciale Forza Italia, consigliere prov.le Forza Italia

LEGGI ANCHE

Be Sociable, Share!

6 risposte a Loro sono loro, e noi non siamo un c…
La Giunta e Bella Ciao senza mascherina
Spadoni: “Sindaco, ci aspettiamo pubbliche scuse”

  1. Ivaldo Casali Rispondi

    26/12/2021 alle 18:49

    Questo è il comportamento comunista, provocatorio e deplorevole, del sindaco e compagni, inosservanti delle norme Covid e del Santo Natale!

  2. Giovanna Rispondi

    26/12/2021 alle 20:08

    Si invoca parità di trattamento fra costoro e cittadini cui costoro danno lezioni e pessimi esempi. Si applichi la legge a questi impavidi politici che si credono privilegiati e sopra la legge. Che intervengano le istituzioni deputate, per dare pene esemplari a comportamenti politici e sociali deplorevoli. Le scuse non possono e non devono bastare, a fronte di questa vergognosa ipocrisia.

  3. Zeno Stanghellini Rispondi

    26/12/2021 alle 20:17

    Da cittadino sono nauseato.
    La politica ed in primis un
    sindaco ed una giunta comunale
    devono dare l’esempio per essere
    credibili…
    Ma il punto è questo appunto?…
    Sono credibili?…

  4. Gigio Rispondi

    26/12/2021 alle 22:30

    La foto parla da sola : i soliti comunisti.

  5. Alito pestilenziale Rispondi

    27/12/2021 alle 11:26

    Mi arrivano notizie che cio’ sia successo anche altrove, anche in città molto distanti, ma sempre a sinistra.

    Il potere delle mascherine o le ‘mascherine’ di potere ?
    Propenderei per la seconda che ho scritto.
    Tanto l’andazzo non stupisce più e da anni…
    E nessuno smaschera più neppure le ‘mascherine’..che comunque tali rimangono.

    Quesito filosofico : A Carnevale ogni minchia vale; ma gli altri giorni dell’anno ??

  6. Laurenzia Rispondi

    29/12/2021 alle 20:37

    Comportamento da vetero comunisti, tutto a loro e’ permesso, tutto cio’ che fanno, anche le piu’ grandi porcherie, e’ eticamente corretto!
    Questo video ne e’ l ‘ espressione piu’ lampante
    Vecchi e Co sono i veri e ultimi eredi degli oligarchi sovietici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.