Focolaio Covid a Felina: chiusi bar, edicola e trattoria
“Prudenza: vaccinati non significa immuni”

DI ALESSANDRO RANIERO DAVOLI*

A.R. Davoli


5/12/2021 – Un focolaio di Sars Cov II, che causa la malattia denominata Covid19, è recentemente scoppiato a Felina. Dopo la morte di Enrico Croci per Covid 19, come dichiarato dall’Ausl e puntualmente registrato dal bollettino regionale della scorsa settimana, il Bar Vasirani di Ca’ Perizzi è stato chiuso e il titolare è in quarantena. Stessa sorte per gestori della Trattoria Vasirani, situata a poche centinaia di metri dal bar.
Ha chiuso anche l’edicola di Felina.
Venerdì mattina ho ricevuto una telefonata di una signora residente nella frazione, (che ha voluto restare anonima), la quale mi chiedeva di intervenire presso il sindaco Enrico Bini, a sollecitare tamponi per i cittadini che non riuscivano a farli in farmacia.

Felina, notturno con la Pietra (webcam Reggio Emilia Meteo)

Mi segnalava inoltre un consigliere comunale, che frequentava gli stessi bar in compagnia del Croci : era preoccupata perché pare avesse la febbre.
Il sindaco mi ha replicato di essere al corrente della situazione e di monitorarla. Per quanto riguardava invece il consigliere comunale, pare si trattasse solo di influenza.
Purtroppo vorrei segnalare che essere vaccinato non immunizza dal virus: ci si può infettare, ammalare, e come nel caso del povero Enrico Croci, si può morire.
Informare tutti i cittadini in questo senso farebbe si che molti vaccinati non si sentissero erroneamente al sicuro. Igiene personale, disinfezione delle mani, mascherina ffp2 e distanziamento sono ancora atti validi di prevenzione.
Ripeto, ormai sono numerosi i casi di persone vaccinate che si infettano e si ammalano, quindi prudenza in ogni caso.

*consigliere comunale, consigliere Unione Montana

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *