Dilagano i contagi: nuovo record
Reggio 707 nuovi casi, Modena oltre quota mille
E più di settemila nella regione

30/12/2021 – Sono quasi raddoppiati in un giorno i casi di Coronavirus rilevati in Emilia-Romagna: dagli oltre 4mila di ieri oggi il bollettino della Regione riporta 7.088 contagi su quasi 58mila tamponi effettuati.

Al pari di ieri, è un numero di infezioni mai visto sul territorio da inizio pandemia. Primato negativo alla provincia di Modena con 1.057 nuovi casi.

L’età media dei nuovi positivi è di 36,5 anni. Aumenta la pressione sugli ospedali: sono 121 i pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive (+8 rispetto a ieri): età media 62,2 anni, il 73% senza vaccino. Negli altri reparti Covid ci sono 1.334 degenti (+29, età media 69 anni) a un passo dalla soglia di guardia del 15%. Altri 20 morti.

LA SITUAZIONE A REGGIO EMILIA

In provincia di Reggio Emilia si registrano 707 nuovi casi positivi- nuovo record in 24 ore da inizio pandemia – dei quali 202 nel comune capoluogo, 47 a Correggio, 37 a Scandiano, 20 a Reggiolo e 19 a Quattro Castella, 25 a Castellarano, 27 a Novellara e 27 a Rubiera. Di tutti, solo 46 sono riconducibili a focolai già noti, mentre 661 sono classificati come sporadici.

700 casi sono in isolamento domiciliare, 7 persone sono entrate in terapia non intensiva dove oggi si contano 160 ricoverati nella provincia (più 11 in terapia intensiva).

Oggi l’Ausl non ha segnalato nuovi decessi legati al Covid nel territorio provinciale.

In data di ieri sono state eseguite 5.033 vaccinazioni e oggi alle 15 erano 1.958.

IL RESOCONTO DELL’AUSL DI REGGIO EMILIA DEL 30 DICEMBRE 2021

 NUOVI CASITOTALE
TAMPONI POSITIVI70761761
TERAPIA INTENSIVA 11
ISOLAMENTO DOMICILIARE7006560
RICOVERO NON INTENSIVA7160*
GUARITI CON TAMPONE NEGATIVO54885

* Il dato comprende le persone positive in isolamento negli alberghi COVID

I NUOVI CASI DI CONTAGIO COMUNE PER COMUNE

 Nuovi casi
Albinea14
Bagnolo in Piano9
Baiso8
Bibbiano13
Boretto5
Brescello3
Cadelbosco Sopra12
Campagnola Emilia1
Campegine2
Canossa4
Carpineti8
Casalgrande18
Casina7
Castellarano25
Castelnovo Sotto4
Castelnovo ne’ Monti9
Cavriago15
Correggio47
Fabbrico5
Gattatico3
Gualtieri10
Guastalla18
Luzzara17
Montecchio Emilia14
Novellara27
Poviglio8
Quattro Castella19
Reggio Emilia202
Reggiolo20
Rio Saliceto12
Rolo4
Rubiera27
San Martino in Rio12
San Polo d’Enza8
Sant’Ilario d’Enza11
Scandiano37
Toano6
Ventasso3
Vetto6
Vezzano sul Crostolo3
Viano3
Villa Minozzo7
Non residenti in provincia6
Residenti in altra regione15
Totale707

 

IL BOLLETTINO DELLA REGIONE DEL 30 DICEMBRE

30/12/2021 – Sono 121 i pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna (+8 rispetto a ieri); l’età media è di 62,2 anni. Sul totale, 88 (quindi il 73%non sono vaccinati (età media 60,6 anni), mentre 33 sono vaccinati con ciclo completo (età media 66,4 anni). Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.334 (+29 rispetto a ieri), età media 69,1 anni.

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 526.757 casi di positività7.088 in più rispetto a ieri, su un totale di 57.953 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 12,2%.

Continua la campagna vaccinale anti-Covid. Il conteggio progressivo delle dosi di vaccino somministrate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quanti sono i cicli vaccinali completati e le dosi aggiuntive somministrate. Tutte le informazioni sulla campagna: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/

Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 8.408.287 dosi; sul totale sono 3.608.228 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale. Le terze dosi sono 1.342.229.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 3.314 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 203 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 462 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 36,5 anni.

Sui 3.314 asintomatici, 307 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 36 con lo screening sierologico, 254 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 13 tramite i test pre-ricovero. Per 2.704 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 1.057 nuovi casi, seguita da Ravenna (1.051). Poi  Bologna (973, compresi i 157 nuovi casi del circondario imolese), Forlì-Cesena (905), Rimini (904) Reggio Emilia (707).  Ferrara (575), Parma (503), Piacenza (413).

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 33.063 tamponi molecolariper un totale di 7.259.911. A questi si aggiungono anche 24.890 test antigenici rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.244 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 444.226. I casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 68.324 (+5.824). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 66.869 (+5.787), il 97,9% del totale dei casi attivi.

OGGI ALTRI 20 MORTI: CINQUE A PARMA E NEL BOLOGNESE

Purtroppo, si registrano venti decessi: cinque in provincia di Parma (2 donne, di 68 e 83 anni, e 3 uomini, di 74, 81 e 95 anni); cinque in provincia di Bologna (2 donne, di 76 e 88 anni, e 3 uomini, rispettivamente di 57, 88 anni – quest’ultimo deceduto a Imola – e 89 anni); quattro nel ferrarese (una donna di 72 anni e 3 uomini, rispettivamente di 65, 79 e 80 anni); uno a Ravenna (una donna di 87 anni); uno in provincia di Forlì-Cesena (una donna di 89 anni); tre in provincia di Rimini (una donna di 86 anni e 2 uomini, di 56 e 80 anni). Si è registrato, inoltre, il decesso di una donna di 75 anni residente fuori regione ma ricoverata a Rimini. Nessun decesso nelle province di PiacenzaReggio Emilia e Modena.

In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 14.207.

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 2 a Piacenza (+1 rispetto a ieri), 10 a Parma (invariato); 11 a Reggio Emilia (invariato); 12 a Modena (+2); 28 a Bologna (invariato); 8 a Imola (invariato); 18 a Ferrara (+2); 13 a Ravenna (+1); 2 a Forlì (invariato); 3 a Cesena (+2); 14 a Rimini (invariato).

I NUOVI CASI DI CONTAGIO PROVINCIA PER PROVINCIA

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 30.725 a Piacenza (+413, di cui 141 sintomatici) 38.276 a Parma (+503, di cui 138 sintomatici), 61.761 Reggio Emilia (+707, di cui 575 sintomatici), 86.022 a Modena (+1.057, di cui 285 sintomatici), 125.748 a Bologna (+973, di cui 557 sintomatici): Il dato della città metropolitana di Bologna comprende anche i 16.908 casi del circondario di Imola (+157, di cui 104 sintomatici).

E inoltre 33.143 casi totali a Ferrara (oggi +575, di cui 51 sintomatici), 44.934 a Ravenna (+1.051, di cui 756 sintomatici), 25.070 a Forlì (+433, di cui 371 sintomatici), 27.977 a Cesena (+472, di cui 308 sintomatici) e 53.101 a Rimini (+904, di cui 592 sintomatici). In provincia di Forlì-Cesena i nuovi casi di contagio oggi sono 905, di cui 679 sintomatici.

Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, sono stati eliminati 3 casi, positivi a test antigenico ma non confermati dal tampone molecolare.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Dwapara Yuga Rispondi

    31/12/2021 alle 09:07

    Secondo me Omicron è la coda dell’epidemia ed è meno grave.
    Ora i cinesi insieme ai rikkastri finanzieri occidentali se ne inventeranno un’altra….sempre che non ce l’abbiano già, come probabile sia.
    Questa dittatura sanitaria bavosa anche sui media (e bavosissimi i media!) fintamente spacciata per ‘scientifica’ fa acqua da ogni parte, per non dire ‘cagarella’ – che sarebbe più consono.

    L’unica speranza è una civiltà aliena..anzi no..una civiltà e basta.

    Buon 2022..tanto peggio di così…non potrebbe essere!!
    Auguri Ghiggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.