Consiglio provinciale: tre liste e 24 candidati per l’election day del 18 dicembre

1/12/2021 – Sono 3 le liste – e 24 i candidati – in corsa il prossimo 18 dicembre alle elezioni per il Consiglio provinciale di Reggio Emilia. Ieri sera l’ufficio elettorale – presieduto dal segretario Alfredo Tirabassi – ha esaminato le candidature presentate entro la scadenza di domenica scorsa. Tutte le liste e tutti i candidati, che devono ricoprire la carica di sindaco o di consigliere comunale, sono stati ammessi.

Va chiarito che si tratta di elezioni di secondo grado, in cui i cittadini non contano niente: grazie alla famigerata riforma Delrio, il consiglio provinciale non viene eletto direttamente dai cittadini, come un tempo, ma da una platea di “grandi elettori”, ciascuno dei quali portatore di certo numero di voti ponderati a seconda delle dimensioni del comune di appartenenza. Si tratta in definitiva di un rituale che interessa principalmente i gruppi dirigenti delle forze politiche, ma che con la democrazia ha ben poco a che fare.

Palazzo Allende

Ma veniamo alle liste presentate per palazzo Allende.

Alle due formazioni di centrodestra (Terre reggiane) e di centrosinistra (quest’anno si chiama Insieme per la Provincia di Reggio Emilia) – che fin dal 2014 si sono sempre presentate alle ‘nuove’ elezioni provinciali, in questa tornata si è aggiunta Provincia progressista, che candida consiglieri comunali in carica per liste civiche o Movimento 5 stelle.

Le elezioni per il rinnovo del Consiglio provinciale di Reggio Emilia – rinviate dall’ottobre 2020 causa pandemia – sono in programma sabato 18 dicembre in occasione dell’election day promosso dall’Upi che coinvolgerà 75 Province italiane, 31 delle quali (ma non quella reggiana) chiamate ad eleggere anche un nuovo presidente. I seggi saranno allestiti a Palazzo Allende, sede della Provincia, dove si potrà votare dalle 8 alle 20: subito dopo lo scrutinio e proclamazione degli eletti.

Le elezioni per il Consiglio provinciale – con la Legge 56 del 2014 divenute di secondo grado, quindi riservate esclusivamente a sindaci e consiglieri comunali in carica – avvengono attraverso un complesso meccanismo di voto ponderato: l’elettore (sindaco o consigliere comunale) che appartiene ad un Comune con un minor numero di abitanti esprime infatti un voto con un valore inferiore rispetto all’elettore di un Comune con un numero maggiore di abitanti. Ad esempio, la preferenza ‘vale’ 34 voti ponderati se espressa da un consigliere o sindaco di Vetto, 59 se di Rolo o Casina, 109 se di Cavriago o Gualtieri, 171 se di Scandiano o Correggio, addirittura 949 per i 33 elettori (il sindaco e 32 consiglieri comunali) di Reggio Emilia.

Complessivamente, l’election day del 18 dicembre vedrà recarsi alle urne 68.855 elettori di secondo grado di 5.534 Comuni italiani che pretendono di rappresentare 32 milioni 708.635 cittadine e cittadini. A Reggio Emilia gli elettori saranno 612: i 42 sindaci e 570 consiglieri comunali. Di loro – dopo il voto del 18 dicembre – 12 assumeranno anche la carica (non retribuita) di consigliere provinciale.

LE LISTE E I CANDIDATI ALLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

Provincia progressista: Marco Signori, Sara Martinico, Luca Grasselli, Sonia Viviana Grisendi, Patrizia Maselli e Antimo Pappadia.

Terre reggiane: Maria Cristina Camurri, Davide Ganapini, Cristina Fantinati, Federico Predieri, Monica Santini e Alessandro Rinaldi.

Insieme per la Provincia di Reggio Emilia: Claudia Dana Aguzzoli, Andrea Barozzi, Francesca Bedogni, Elena Carletti, Elisa Cavatorti, Nico Giberti, Mattia Giroldi, Ilenia Malavasi, Francesco Monica, Fabiana Montanari, Elio Ivo Sassi ed Erica Spadaccini.

Sempre ieri sera, è stato estratto anche l’ordine di collocazione delle liste sulle schede elettorali, che è risultato il seguente: Provincia progressista, Terre reggiane e Insieme per la Provincia di Reggio Emilia.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *