Scacco alla banda delle ville
I carabinieri intercettano due auto rubate: inseguimenti tra Rubiera e la tangenziale , delinquenti in fuga

17/11/2021 – Nella tarda serata di ieri, grazie all’intensificazione dei controlli del territorio e le segnalazioni provenienti dal sistema di letture targhe dei varchi, i carabinieri hanno mandato a monte, in buona parte, i piani dei malviventi della “banda delle ville” . Protagonisti i militari della stazione di Rubiera con le pattuglie del comando provinciale di Reggio Emilia che ieri sera tra 19.30 e le 20 hanno costretto i delinquenti a rivedere i loro progetti, che miravano ad alcune abitazioni del rubierese, e a fuggire, dovuto “rivisitare” i loro progetti che avrebbero interessato il comune di Rubiera.

Infatti una pattuglia della stazione di Rubiera nel corso di un servizio perlustrativo, a seguito di segnalazioni provenienti dal sistema di gestione dei varchi OCR, intercettava e si poneva all’inseguimento, in due differenti momenti, di due veicoli risultati rubati. Poco prima delle 20.00 veniva intercettata lungo la Via Emilia Ovest una Renault Laguna, sparita il 15 novembre dalla ditta “Caterpillar” di Castelvetro di Modena, che nel corso dell’inseguimento proseguiva in direzione del capoluogo reggiano dove all’altezza di via Asseverati gli occupanti, tallonati dai carabinieri,

Decidevano di abbandonare il mezzo dileguandosi nei campi adiacenti.

Alle 20,15, non appena terminato il recupero della Laguna, giungeva una seconda segnalazione di veicolo rubato dall’ingresso del Ponte Secchia e quindi proveniente da Modena di una Fiat Idea risultata rubata sempre il 15 novembre a Pavone del Mella, provincia di Brescia. Anche questo secondo veicolo veniva intercettato a Masone. Ne scaturiva un secondo inseguimento a folli velocità per tutta la tangenziale di Reggio Emilia al termine della quale il conducente, unico occupante del veicolo, percorreva viale Piazza di Martiri di Tien a Men per poi infilarsi nell’ingresso di un’azienda dove vista preclusa ogni via di fuga abbondava il mezzo dandosi alla fuga a piedi.

Il recupoero delle due auto ha permesso di effettuare i rilievi delle imprente digitali che verranno inviate al Ris di Parma per le indagini di comparazione con i soggetti pregiudicati censiti in Banca Dati.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.