Novellara: preso spacciatore marocchino ricercato dal oltre due anni

1/11/2021 – Catturato a Novellara uno spacciatore di droga ricercato da più di due anni in tutto il territorio nazionale. E’ un marocchino di 34 anni specializzato nello spaccio di eroina e hascisc nell’area della bassa reggiana. Doveva scontare oltre cinque anni, ma dal 2019 era riuscito a sfuggire alle forze dell’ordine. I carabinieri lo hanno preso proprio nella cittadina dove era stato arrestato per la prima volta.

Il marocchino tra gennaio e maggio del 2018 era stato arrestato due volte: la prima il 22 gennaio di tre anni fa, quando i carabinieri di Novellara a seguito di una perquisizione domiciliare lo avevano beccato con un etto di droga tra eroina e hascisc che teneva nascosti nella cantina dormitorio, adibita anche a base dello spaccio. Il secondo arresto a Guastalla, nei pressi della stazione ferroviaria del paese, l’11 maggio sempre del 2018 quando nel corso di un controllo era stato trovato di nuovo con alcune dosi di eroina e una ventina di grammi di hascisc. Nello stesso anno la condanna a 3 anni e 4 mesi di reclusione (oltre a 6 mila 334 euro di multa) per l’arresto di gennaio; e 2 anni, 6 mesi e 4 mila euro di multa per l’arresto operato a maggio.

Le due condanne divenute esecutive hanno visto l’ufficio esecuzioni penali della Procura reggiana emettere il 3 aprile 2019 un provvedimento di cumulo pene per un totale di 5 anni, 9 mesi e 27 giorni di reclusione da scontare. Il provvedimento era stato quindi trasmesso ai carabinieri di Novellara i quali tuttavia non vi hanno potuto dare esecuzione: l’interessato, fiutata l’aria, si era dato alla macchia. Dopo oltre due anni in cui il 34enne era ricercato su
l’intero territorio nazionale, ieri la fine alle sue ricerche proprio a Novellara dove tutto era nato. Nel corso dell’attività di controllo del territorio i militari hanno infatti localizzato il 34enne e sapendolo ricercato l’hanno bloccato, condotto in caserma e arrestato.
Lo stesso al termine delle formalità di rito è stato condotto in carcere per l’espiazione della pena.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.