La morte per Covid di un autista di scuolabus, sembra vaccinato con terza dose
Interpellanza a Castelnovo Monti

29/11/2021 – Castelnovo Monti, il consigliere comunale di opposizione Alessandro Raniero Davoli ha rivolto un’interpellanza urgente al sindaco Enrico Bini a proposito del triste decesso di E.C., 55 anni, autista di scuolabus, morto improvvisamente il 26 novembre e che l’Ausl ha classificato per Covid 19.

Davoli riporta voci secondo cui l’autista era regolarmente vaccinato con seconda e terza dose; chiede una verifica della causa dichiarata di morte e della terapia, e se insegnanti e bambini saliti sullo scuolabus da lui condotto sino al 24 novembre siano stati sottoposti a tampone o isolamento fiduciario.

Alessandro Raniero Davoli

L’INTERPELLANZA DI RANIERO DAVOLI


Premesso che
Aa prime sommarie informazioni il cittadino E.C., defunto improvvisamente venerdì 26 novembre, sarebbe stato regolarmente vaccinato con due dosi e anche con il richiamo, terza dose. Sino a mercoledì 24 novembre avrebbe inoltre svolto regolarmente il suo servizio alla guida di uno scuolabus. 


Si chiede pertanto, se possibile:
1) di voler verificare accuratamente la causa dichiarata di morte, e, nel caso sorgessero dubbi o inesattezze, chiedere all’Ausl una opportuna indagine.
2) di verificare e riferire la regolare somministrazione di vaccino anti Covid, due dosi (e forse anche la terza di richiamo), 
3) si chiede relazione in merito all’efficacia terapeutica del trattamento e se lo stesso è stato regolarmente applicato. Richiesta da inviare all’Ausl ed eventualmente al medico che ha effettuato materialmente la vaccinazione. 
4) Si chiede infine se i bambini (e gli insegnanti degli stessi) che sono saliti sullo scuolabus guidato da E. C. sono stati sottoposti ad isolamento fiduciario o testati per la positività al virus Sars Cov II.
Si prega di voler rispondere in aula nel primo consiglio comunale, data l’evidente importanza della questione.
(Alessandro Raniero Davoli -consigliere comunale, capogruppo Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e UDC)

Be Sociable, Share!

2 risposte a La morte per Covid di un autista di scuolabus, sembra vaccinato con terza dose
Interpellanza a Castelnovo Monti

  1. Ivaldo Casali Rispondi

    29/11/2021 alle 21:07

    Un plauso al Consigliere Davoli per aver presentato una dettagliata interpellanza, opportuna e tempestiva!

  2. Poli Fausto Rispondi

    30/11/2021 alle 08:53

    Buongiorno Sig. Davoli. Se si ricordera’ mi ero complimentato con Lei per aver portato lo Sputnik (vaccino) a San Marino. A parte il potere e la posizione che occupa, che e’ riuscito ad avere per abilita’ e anche per interesse per la collettivita’ (penso), ritengo che questa interpellanza sia il culmine di una brutta storia: ci vogliono passare per cavie. Io sono contrario alle vaccinazioni random, e’ tutto un buttar su’, poi e’ stata dichiarata l’inefficacia per lungo periodo del green pass. Ritengo che potrei premiarLa, se ne avessi l’autorita’, solo per questa azione, di altissimo valore morale. Se ne sarebbe potuto “fregare” come tanti, invece con questa interpallanza, la fiducia mia e di altri Suoi sostenitori sale, soprattutto per il coraggio profuso verso i nostri diritti. In un sistema di comunicazione che terrorizza, in un sistema di comunicazione che muove le montagne mediatiche, solo per una lieve palpata al “cu.o” di una giornalista (credo inscenata), per poi arrivare a situazioni a un giorno dalle amministrative (che Lei avra’ gia’ capito e che Tadolini “rivela”), in un clima di assenteismo comunicativo, dove e’ tutto al ribasso, dove si parla solo di rifiuti, in maniera pesante, Lei giunge come un raggio di sole per chi come me, rappresenta il popolino, le persone semplici, che mai avrebbero voglia di strumentalizzare attraverso la comunicazione. Ricordo brevemente la vicenda di mia madre, che, nel 2017 a ottobre, (residente a Reggio Emilia), fu vaccinata con antinfluenzale, purtroppo molto potente. Non digeri’ la puntura, sempre febbre, ricoverata all’ospedale civile di Reggio Emilia, in pneumologia, le vennero iniettati parecchi flaconi di flebo, e purtroppo peri’, a causa di una trombosi, dopo sei giorni dal ricovero. Mi dispiace ricordare questo fatto, alla luce del fatto che anche il primario di allora non volle fare l’autopsia. Quindi, se sono vaccini pure questi di quella qualita’, che stimolano di molto gli anticorpi, chiaramente a quel povero autista………. e non voglio aggiungere altro. Si invoca e si eleva in alto la gran voce dei non vaccinati, che noncuranti degli scontri con le forze dell’ordine, vanno avanti. Grazie ancora di cuore per rappresentarci, colore politico a perscindere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *