Incuria nei cimiteri
Coviolo: stradine costellate di buche
Monumentale: in abbandono il famedio dei reggiani illustri

2/11/2021 – Il presidente della Deputazione reggiana di Storia Patria, Giuseppe Adriano Rossi, denuncia lo stato di incuria in cui versa il famedio del cimitero monumentale di Reggio Emilia. Il settore dedicato ai Reggiani illustri, istituito nel secolo scorso, è in condizioni “vergognose”. Scrive Rossi: “Oggi si presentano illeggibili, o quasi, le iscrizioni che ricordane eminenti e benemeriti cittadini: dal paletnologo don Gaetano Chierici – di cui nel 2019 è stato ricordato il bicentenario della nascita con un importante convegno di studi –  al sindaco Cesare Campioli; dall’attore Romolo Valli al pittore Gaetano Chierici, dal filologo Prospero Viani all’attrice Maria Melato“.

“L’Amministrazione Comunale, se ha a cuore la memoria di illustri figli della nostra Città, deve intervenire e anche tempestivamente”, afferma il presidente della Deputazione .

Il famedio del Reggiani illustri

Un richiamo perentorio all’amministrazione arriva anche dalla consigliera di Alleanza Civica Cinzia Rubertelli, che si è vista negare una discussione in consiglio comunale sullo stato del cimitero di Coviolo: “Da anni le stradine che attraversano il cimitero si sono trasformate in crateri. Il manto stradale, quello che ne resta, è costellato di buche ben evidenti ai frequentatori del posto – denuncia Rubertelli – Come Alleanza Civica abbiamo chiesto un intervento urgente di manutenzione per ripristinare il manto stradale, ma la maggioranza, nelle settimane scorse, ha dichiarato che non c’è urgenza perché era già in corso il monitoraggio dei cimiteri. A questo punto vogliamo sapere perché non si è provveduto per tempo prima dei giorni dedicati alla commemorazione dei defunti”.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Carlo Menozzi Rispondi

    03/11/2021 alle 10:15

    I residenti dei cimiteri non votano ….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.