Confermati tre bicchieri al Concerto di Medici Ermete
E l’azienda lancia Generazione 2031: obiettivo sostenibilità totale

19/11/2021Medici Ermete conquista per il tredicesimo anno consecutivo i Tre Bicchieri del Gambero Rosso col suo Concerto ed è già in corsa per rendere la propria azienda interamente sostenibile da qui al 2031.

La famiglia Medici

Il Lambrusco d’autore “Concerto” è stato il primo cru ad essere prodotto con la vendemmia del 1993, contribuendo ad un totale cambio di paradigma del prodotto in Emilia Romagna. “Da allora molti anni sono trascorsi – spiega Alessandro Medici, brand ambassador dell’azienda di famiglia -, ma la scommessa è sempre la medesima: puntare tutto sulla qualità. Questo ennesimo riconoscimento dei Tre Bicchieri lo dimostra ancora una volta e ci sprona a mantenere altissimi gli standard di qualità ovvero di lavoro e di attenzione all’ambiente”.

E proprio su questo terreno è nata la campagna “Generazione 2031”, che identifica un impegno a livello ambientale, etico-sociale ed economico di tutta l’azienda Medici Ermete. “Quella di quest’anno è la nostra seconda vendemmia come azienda biologica”, sottolinea Medici. “Ma si tratta solo del primo step. Da qui al prossimo decennio vogliamo trasformare la Medici Ermete in azienda sostenibile”. E dopo aver ottenuto la certificazione Equalitas, standard che affronta la sostenibilità secondo i tre pilastri sociale, ambientale ed economico, l’azienda prosegue nel suo percorso ambizioso.

“Sostenibilità significa, tra le altre cose – prosegue ancora Medici – riduzione della CO2.

Nel 2022 abbiamo in programma il calcolo dettagliato delle emissioni di anidride carbonica e la conseguente attività necessaria per ridurne l’impronta. Egualmente faremo per il consumo di risorse idriche. Per quanto riguarda invece la biodiversità, questa andrà ulteriormente promossa e valorizzata all’interno dei nostri vigneti. Per comprendere i livelli di biodiversità, ad esempio, censiremo gli insetti all’interno dei vigneti e vedremo, in base alle specie presenti, a che livello si trovano i nostri standard di biodiversità. Quest’ultima aumenterà negli anni grazie anche alla viticoltura biologica che abbiamo certificato”.

Il percorso rimane coerente con la filosofia lasciata in eredità dal fondatore della Medici Ermete “da sempre in famiglia abbiamo un obbligo morale: lasciare alle generazioni future un’azienda e un territorio in condizioni migliori di come le abbiamo trovate.”. 

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. carlo baldi Rispondi

    01/12/2021 alle 11:19

    Bravissimi. Continuate con la qualità , qualificando finalmente la nostra provincia nel vino. Copiamo un po’ dai francesi anche per le iniziative e la presentazione di tali prodotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *