Clamoroso: la sede centrale dei Vigili del Fuoco è senza autoscala
Roma rinvia l’acquisto: denuncia dei delegati Cgil, intervento del senatore Aimi

23/11/2021 – Siamo ancora una volta costretti a portare all’attenzione dei cittadini problematiche inerenti i mezzi di soccorso dei Vigili del Fuoco di Reggio Emilia. Lo dobbiamo fare in quanto queste problematiche si ripercuotono sulla sicurezza e qualità degli interventi dei Vigili del Fuoco in tutta la Provincia”.

Così i delegati della Funzione Pubblica Cgil denunciano la situazione dei mezzi della sede reggiana dei Vigili del Fuoco.

Scrivono Luca incerti, Francesco Sicilia e Yuri Magnani del sindacato Fp Vigili del Fuoco di Reggio Emilia: “Attualmente la sede Centrale del Comando di Reggio Emilia si trova sprovvista di Autoscala, mezzo simbolo dei Vigili del Fuoco e fondamentale per gli interventi di antincendio/soccorso in altezza: questa carenza purtroppo si protrarrà per mesi. L’unica AS presente sul territorio Provinciale – fanno sapere – è quella dei VV.F. Volontari, immatricolata la prima volta 31 anni fa in Olanda, spesso fuori servizio per problemi di funzionamento e dislocata a Luzzara con tempi di intervento sull’intera Provincia assolutamente inaccettabili (basti pensare la distanza che c’è tra Luzzara e l’Appennino Reggiano)”.

“L’assenza di un’autoscala in sede Centrale, alle porte del periodo invernale e con il prevedibile aumento degli incendi di tetto, è un fatto gravissimo in quanto mette a rischio sia la sicurezza dei Vigili del Fuoco sia la buona riuscita dello spegnimento degli incendi in altezza”, affermano ancora i delegati Cgil.

“Attualmente l’unico mezzo a disposizione per gli interventi di soccorso in altezza è la piattaforma A/TRID, donata alla locale Associazione Nazionale VV.F. dalla Fondazione Manodori e Unindustria Reggio Emilia. Però l’A/TRID, avendo caratteristiche diverse dall’Autoscala, non riesce a garantirne la stessa efficacia ed efficienza sugli incendi di tetto, sia per quanto riguarda la sicurezza dei Vigili del Fuoco che per i tempi d’intervento. Ad esempio, nel caso di un’evoluzione negativa dell’incendio, l’Autoscala permetterebbe l’abbandono del luogo nel più breve tempo possibile a tutti i VV.F., mentre l’A/TRID no”.

“Ben consapevoli che tale problematica non è da imputare al Comando Vigili del Fuoco di Reggio Emilia – concludono – ma ad una gestione e programmazione degli acquisti a livello Centrale, la CGIL VV.F. Reggio Emilia ritiene inaccettabile il fatto che non si sia ancora provveduto alla sostituzione di un’Autoscala immatricolata nel 1996 e ci si trovi nell’attuale situazione”.

Sul problema ha preso posizione anche il senatore Enrico Aimi, coordinatore regionale di Forza Italia che parla di situazione “inaccettabile”

“I ritardi per l’acquisto dell’autoscala non sono oltremodo ammissibili e quindi chiedo che, urgentemente, chi di competenza, a livello centrale, provveda a risolvere questa situazione – afferma Aimi – Già è grave che si sia dovuto ricorrere alla stampa per denunciare questo fatto increscioso: adesso, almeno, si dia una risposta immediata senza ulteriori indugi”.


Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *