Cittadinanza onoraria al Milite Ignoto
Cerimonia in Sala Tricolore col sindaco e il col. Ghiretti

3/11/2021 – Giovedì 4 novembre, alle ore 12.30, Giornata delle Forze Armate, nella Sala del Tricolore del Municipio (piazza Prampolini 1) cerimonia di conferimento della Cittadinanza onoraria di Reggio Emilia al Milite Ignoto. La cerimonia fa seguito all’approvazione unanime del Consiglio comunale di Reggio Emilia, con la seguente motivazione: “Simbolo delle vittime di tutti i conflitti armati e monito delle coscienze a non ripetere gli errori del passato, richiamando i valori della nostra Costituzione è divenuto simbolo del sacrificio e del valore di tutti i combattenti caduti per la Patria lottando per la libertà, la democrazia e per il valore della fratellanza che oggi più che mai deve essere rinnovato e promosso soprattutto tra le nuove generazioni“.

Parleranno il sindaco Luca Vecchi e il presidente del Consiglio comunale Matteo Iori. A ritirare la cittadinanza sarà il colonnello Fabrizio Ghiretti, comandante del Comando militare Esercito Emilia-Romagna.

28 ottobre 2021. La salma viene issata sul carro funebre ad Aquileia

Il conferimento della cittadinanza onoraria al milite ignoto accoglie la proposta avanzata dall’Associazione nazionale dei Comuni italiani (Anci) e dal Gruppo delle Medaglie d’Oro al Valor militare d’Italia di realizzare , nell’approssimarsi del centenario della traslazione del Milite Ignoto che viene ricordata il 4 novembre 2021, il riconoscimento della “paternità” del Soldato che per cent’anni è stato volutamente ignoto e che diventerà così Cittadino d’Italia, rientrando nella simbologia che appartiene all’identità nazionale.

VILLA MINOZZO ONORA IL MILITE IGNOTO: CERIMONIA DOMENICA 6

Il 4 novembre 1921, venerdì, giornata in cui il milite ignoto fu tumulato nella cripta dell’altare della patria, a Roma, si svolse in contemporanea, nella piazza centrale di Villa Minozzo la cerimonia d’inaugurazione del monumento ai caduti villaminozzesi della prima guerra mondiale, che ospita anche una lapide dedicata al soldato sconosciuto, collocata sotto l’epigrafe centrale.

Ed ora, a cent’anni di distanza, quel duplice evento sarà solennemente ricordato, sabato mattina (6 novembre), con una celebrazione in piazza della Pace, ai piedi del grande pannello cuspidato, collocato in una parete laterale del municipio, che accoglie, dal 1968, pure le lapidi che ricordano le vittime della seconda guerra mondiale, militari, partigiani e civili. Sarà anche l’occasione per festeggiare ufficialmente altri appuntamenti ricorrenti il 4 novembre, cioè il centotreesimo anniversario della conclusione della grande guerra e la giornata dell’unità nazionale e delle forze armate.

Alle 11.30 la manifestazione sarà inaugurata, nel rispetto delle normative anti Covid-19, con i saluti del sindaco Elio Ivo Sassi, che sottolinea: “Nell’occasione sarà data lettura al documento di conferimento della cittadinanza onoraria da parte di Villa Minozzo al milite ignoto, così come deliberato dal consiglio comunale il 30 giugno scorso. Invitiamo anche la popolazione ad esporre alle finestre delle abitazioni la bandiera tricolore in segno di ringraziamento ai caduti di tutte le guerre e alle forze armate, che difendono la nostra libertà e che sono garanti della sicurezza e della pace nel nostro Paese”.

La commemorazione, che si concluderà con la benedizione e la deposizione di una corona di alloro, è indetta dal Comune, medaglia d’argento al valor militare, con il patrocinio dell’Unione montana. Si avvale infine dell’adesione dei gruppi alpini e carabinieri di Villa Minozzo, delle associazioni partigiane Alpi-Apc ed Anpi, di Istoreco , del museo della repubblica di Montefiorino, della Croce verde e dell’associazione culturale Villacultura.

L’ANGV DI REGGIO EMILIA AD AQUILEIA

Per onorare la memoria del Milite Ignoto nel centenario della sua apoteosi nell’Altare della Patria e rendere omaggio a tutti i Caduti Italiani della Prima Guerra mondiale, una delegazione della Federazione reggiana dell’Associazione Nazionale Volontari di Guerra ha presenziato alle cerimonie organizzate ad Aquileia per commemorare l’inizio del viaggio dell’Ignoto, facendo seguito all’ invito del Sindaco Emanuele Zorino.

Alessandrpo Casolari


Con la presenza del Labaro federale alla cerimonia di partenza della Bandiera che avvolse il feretro del Milite Ignoto dalla basilica di Aquileia fino alla volta di Roma, la delegazione reggiana, guidata dal Vice presidente Alessandro Casolari, “ha inteso anche rendere doveroso omaggio alla figura del cittadino-soldato che da un secolo simboleggia la sublimazione del sacrificio individuale nella difesa della Patria e del suo popolo”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.