Addio a Loris Giberti , sindaco, dirigente coop, politico del dialogo e della solidarietà

Lorenzo “Loris” Giberti

Reggio ha dato un commosso addio a Lorenzo Giberti (per tutti Loris), dirigente cooperativo, sindacalista, riformista convinto, ex sindaco di Cadelbosco Sopra per 12 anni dal 1993 al 2004 . Giberti ha chiuso gli occhi al Santa Maria Nuova, dove era ricoverato per l’aggravarsi della sua malattia. Oggi i funerali nella chiesa di San Celestino a Cadelbosco Sopra, e la tumulazione nel cimitero locale.

Con lui se n’è andato un uomo pubblico, instancabile in un impegno per propria scelta lontano dai riflettori: sempre pronto a impegnarsi per gli altri, e soprattutto uno dei pochi capace di tessere relazioni unitarie in un mondo politico reggiano profondamente lacerato.

Era stato direttore della mitica libreria Rinascita e fondatore dell’associazione Un Bosco di Solidarietà, impegnata in importanti progetti internazionali. Direttore generale di Legacoop Reggio sino al 2014, presidente di Ifoa, consigliere della Camera di Commercio e impegnato nella Cassa Edile. Oltre a un’esperienza sindacale, negli anni 80, nei metalmeccanici Fim.

Confcooperative lo ricorda come “un dirigente colto, lucido e appassionato, un uomo di grande fede, che ha svolto ruolo importanti senza cercare vetrine, in una dimensione di servizio che ha connotato tutta la sua vita”. Aggiunge il presidente Caramaschi: “Con Giberti se ne va non solo un grande dirigente, che ha espresso le sue qualità in diversi ambiti, ma un cooperatore autentico, uomo di solidarietà e di dialogo, con il quale tanti nostri cooperatori e dirigenti hanno avuto il privilegio di collaborare”..

“Affetto e gratitudine” vengono espressi Marino Zani a nome del gruppo Cadelbosco per tutti del consiglio comunale di Cadelbosco, “consapevoli che ha fatto tantissimo per il nostro paese e il territorio, con grande dedizione e impegno, sempre” Ci stringiamo alla sua famiglia, in particolare alla figlia Chiara Giberti, che fa parte del nostro gruppo e sta proseguendo l’impegno del padre con la stessa attenzione e sensibilità”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.